Partinico: videosorveglianza, presto i lavori

PARTINICO. A breve inizierà la posa della telecamere di videosorveglianza in città. Il Comune ha dato il via libera definitivo all’aggiudicazione dell’appalto alla ditta Protecna srl di Roma. E’ stato quindi superato l’ultimo step del lungo iter burocratico: l’azienda ha superato i rigidi controlli amministrativi e non si è registrato alcun ricorso all’aggiudicazione della gara. Lo stanziamento a base d’asta ammontava a 350 mila euro e la Protecna si è aggiudicata la gara grazie al ribasso di oltre il 43 per cento presentato. Questione di qualche giorno e i lavori potranno iniziare: il progetto prevede l’installazione di 34 telecamere. I dati verranno raccolti in una sala operativa presso la polizia municipale. Le telecamere di ultima generazione permetteranno il monitoraggio a ciclo continuo di 20 o più siti sensibili in città. Un sistema studiato per permettere l’eventuale ampliamento nel caso dell’acquisto di ulteriori telecamere. Le postazioni saranno mobili e potranno essere spostate in base alle necessità. Fra i punti individuati nel progetto preliminare le telecamere saranno installate presso l’ex Arena Lo Baido, in piazza Duomo, corso dei Mille, nelle ville storiche ed ancora nei siti in cui insistono beni culturali di pregio e obiettivi sensibili: la sede della Polizia municipale di via Catanzaro, piazza Duomo, via Kennedy, viale della Regione (angolo via Torricelli), via Francesco Crispi, Piazza Vittorio Emanuele, piazza del Progresso; altre postazioni presidieranno i beni monumentali di Palazzo Ram e della Cantina Borbonica; telecamere saranno piazzate anche in beni comunali strategici come la zona dello stadio “La Franca”, i serbatoi idrici di Colle Cesarò, la sede centrale del palazzo municipale ed il cimitero. Il progetto è stato messo a punto da Mauro Lo Baido, consulente a suo tempo per la programmazione strategica del sindaco Salvo Lo Biundo: “Questo finanziamento – ha sottolineato Lo Baido – contribuirà a rendere la città meno aggredibile da azioni criminose. Si tratta di uno strumento importantissimo per  la tutela del patrimonio e delle attività produttive della città”. L’area videosorvegliata abbraccerà un territorio di 110,32 chilometri quadrati, con una densità di 289 abitanti per chilometro quadrato. L’accelerazione dell’iter era stata decisa a seguito di un vertice in prefettura a Palermo e con le forze dell’ordine in considerazione della recrudescenza di episodi di criminalità che nell’ultimo anno si sono susseguiti con pericolosa ciclicità. Secondo quanto sostenuto dall’amministrazione comunale le microtelecamere servirebbero per garantire più sicurezza al territorio anche sul piano del contrasto all’abbandono dei rifiuti, altro fenomeno di enorme incidenza nel partinicese dove prolificano le discariche abusive a cielo aperto e che difficilmente è possibile monitorare per la vastità del territorio.

Jay Leno looks great in navy or charcoal with white
hollister uk Red Wings win Game Two in similar fashion

access to the Main Divide and Santiago Peak
chanel espadrillesthe fashion panda behind Lady Gaga