Partinico-Tentano di corrompere i carabinieri, arrestati

0
363

PARTINICO. In moto senza patente e assicurazione, incappano in un posto di blocco dei carabinieri. Da qui scatta un giorno di pura follia: prima pensano bene di forzare il posto di blocco e poi, una volta acciuffati, invitano i due carabinieri a chiudere un occhio offrendo loro una “mazzetta” da 50 euro ciascuno. Protagonisti di questo episodio due rumeni che risultano essere residenti a Carini. Sabato scorso, alla guida della loro due ruote, si erano spostati nel territorio partinicese: doveva essere una giornata all’insegna della spensieratezza anche se sapevano bene che andavano incontro a sanzioni pesanti e di natura non solo amministrativa ma anche penale. In pratica girovagavano in moto in modo completamente fuorilegge. Anzitutto era sprovvisti di patente A per guidare veicoli del genere di una certa cilindrata; per di più non avevano stipulato alcuna assicurazione che è obbligatoria. Chissà quante volte l’avevano fatta franca solo che sabato la loro roulette della fortuna ha girato per il verso sbagliato. In pratica si sono trovati di fronte ad un posto di blocco dei carabinieri proprio a Partinico. Alla vista dei militari, che li invitavano a fermarsi, i due si danno alla fuga. Ne nasce un inseguimento con i carabinieri che riescono a bloccarli. I due però non si sono dati per vinti e per evitare la pesante multa, la denuncia e il sequestro del mezzo, escono dal cilindro l’ultima carta: in pratica provano a corrompere i carabinieri. Escono dalla tasca due banconote da 50 euro e le offrono ai militari con l’idea di chiudere u occhio e di far finta che non fosse mai successo nulla. Un tentativo andato a vuoto: i carabinieri hanno rifiutato e li hanno arrestati. L’accusa per loro è di resistenza a pubblico ufficiale e istigazione alla corruzione.