Partinico: rifiuti, aumenti di tassa in vista

0
306

PARTINICO. Si prevedono nuovi aumenti della tassa sui rifiuti in città. Numeri alla mano le forze di opposizione in consiglio comunale hanno analizzato a fondo la costituenda Aro, la nuova società dei rifiuti che andrà a sostituire l’attuale Ato Palermo 1 in via di liquidazione. Secondo il gruppo consiliare Cambiamo Partinico nella migliore delle ipotesi ci sarà un rincaro della tariffa del 16 per cento, per effetto di un disavanzo tra gli attuali introiti, che si aggirano attorno ai 5 milioni di euro, e i costi che invece con l’Aro arriveranno a quasi 6 milioni di euro l’anno. Quindi vi è un disavanzo di quasi un milione di euro da coprire: “Questo accadrà nella migliore delle ipotesi – sostengono i consiglieri Gianluca Ricupati e Valentina Speciale di Cambiamo Partinico – in quanto i costi sono calcolati con il raggiungimento della differenziata al 65 per cento e con il conferimento nella discarica più economica, quella di Siculiana”. La questione rifiuti è stata affrontata in consiglio comunale ma tra maggioranza e opposizione si è alzato il solito “muro”: bocciate tutte e 5 le mozioni presentate dalla minoranza, una sola quella votata e presentata dalla coalizione a sostegno del sindaco Salvo Lo Biundo. “Tra le proposte vi era quella di garantire tutti i posti di lavoro e dimezzare i costi a 3,25 milioni di euro l’anno – affermano Peppe Gallo e Toti Costanzo di Rifondazione comunista – ma il sindaco e la sua maggioranza hanno preferito approvare un progetto che utilizza società private che,ovviamente, perseguono lo scopo di fare guadagni aumentando in maniera gravissima i costi del servizio”. Il sindaco Salvo Lo Biundo ha smentito su tutta la linea la minoranza: “Fanno proposte populiste e inattuabili – ha replicato – solo per gettare fumo negli occhi dei cittadini. Avevo invitato tutti i capigruppo consiliari ad un incontro proprio per discutere dell’Aro e per analizzarlo. Ad essersi presentati soltanto gli esponenti della maggioranza”. “Non si può strumentalizzare tutto – aggiunge il consigliere Aldo Lo Iacono – e non a caso oggi la maggioranza è cresciuta arrivando a ben 22 esponenti (mettendo nel conto anche i tre consiglieri che recentemente sono transitati nel gruppo misto, Maria Grazia Motisi, Francesco Di Trapani, e nel Pd, Totò Rappa, ndr). Segno che si è stanchi di fare opposizione parolaia e inconcludente”. “Ci è stato impedito sino ad oggi – precisa il consigliere di opposizione. Totò Governanti – di potere discutere dell’Aro con il tecnico che lo ha predisposto e non capiamo il perché. Nelle nostre mozioni volevamo garantire tutto il personale, compreso quello interinale, facendo anche risparmiare i cittadini. Ma questa maggioranza è in confusione. Oramai non sanno nemmeno più quanti effettivamente sono i consiglieri che sostengono il sindaco e con un Pd dall’atteggiamento schizofrenico. I tre consiglieri hanno votato in tre modi diversi”.

9 million or
isabel marant sneakers Pharrell Williams joins The Voice as new coach

and a complex
burberry schalQuestion about watches on Etsy