Partinico-Pulci all’ingresso dell’ospedale, pulizieri assaliti

0
454

PARTINICO. Si sono apprestati come ogni mattina ad effettuare la pulizia nello spazio esterno del piano interrato. Mai però avrebbe immaginato che sarebbero stati letteralmente assaliti dalle pulci. Sono stati attimi di vero panico: migliaia di insetti in pochi secondi si sono “lanciati” sulle gambe che fortunatamente erano coperte dall’adeguato equipaggiamento. La scena però è stata di quelle raccapriccianti che hanno creato non poco panico. E’ quello che è accaduto ieri agli operatori addetti alla pulizia dell’ospedale Civico della città. Le loro urla, quando hanno scoperto di essere stati assaliti dalle pulci, si sono sentite sino all’ingresso principale del nosocomio al piano superiore tanto da attirare l’attenzione dei tanti utenti che come ogni mattina affollavano la struttura sanitaria. “Siamo stati attirati da queste voci che provenivano dal piano interrato – affermano alcuni utenti dell’ospedale – e ci siamo incuriositi. Ci siamo accorti che alcuni operatori addetti alle pulizie avevano addosso centinaia di pulci che risaltavano nel loro equipaggiamento di colore bianco. Una scena davvero terribile”. Cosa sia successo appare abbastanza prevedibile. Si presume infatti che a far arrivare sin lì le pulci siano stati i 5-6 cani randagi che si vedono stazionare in zona ogni giorno. Appare evidente che con le temperature di questi giorni che si sono innalzate, e una condizione igienica precaria, gli animali abbiano attirato a sè questi parassiti che hanno finito per infestare tutta l’area attorno all’ingresso del piano interrato dell’ospedale. Questo ingresso è ricco di aiuole e verde, motivo per cui le pulci hanno trovato immediatamente il loro habitat ideale. Immediatamente la situazione è stata segnalata alla direzione del nosocomio che ha provveduto ad attivarsi per riportare tutto alla normalità. Già all’alba di oggi sono state effettuate le operazioni di disinfestazione: “L’intervento è effettuato in tutta l’area esterna – sottolineano dall’ufficio stampa dell’azienda sanitaria 6 di Palermo -. E’ stato disposto dalla direzione sanitaria l’incarico ad una ditta specializzata”. Una volta completata la disinfestazione si provvederà anche a prendersi cura di questi randagi: “D’intesa con il Comune – aggiunge l’Asp – si effettuerà sugli animali una cura antiparassitaria e tutto il necessario per evitare che si possa incorrere in una nuova infestazione”.