Partinico: furti e incendi, cooperativa antimafia in difficoltà

0
364

PARTINICO. Furti, incendi, degrado ambientale. La cooperativa Noe, storica organismo tra i primi nel panorama siciliano ad avere gestito un bene confiscato alla mafia in contrada Parrini, è con le spalle al muro. Vive tra le difficoltà quotidiane di chi opera in un’area strappata a Cosa nostra e nell’indifferenza delle istituzioni. Una situazione di emarginazione che ha finito per trovare il suo culmine in questi giorni: prima con i continui furti al cancello d’ingresso in ferro, asportato completamente seppur in diversi momenti; poi con l’enorme incendio che si è sviluppato nei giorni scorsi nell’area concessa al Comune per depositare temporaneamente gli sfalci di potatura. Un rogo che ha fatto emergere una situazione ambientale di assoluto degrado: lì sono stati depositati non solo materiale organico ma anche altro materiale, prevalentemente plastica. “Ancora oggi, a distanza di diversi giorni da quella serie di incendi che si sono verificati in quest’area concessa al Comune, – racconta uno dei responsabili della Cooperativa Noe, Fabio Moretti – respiriamo dai veri e propri fumi tossici. Una situazione che è divenuta insostenibile anche a causa della totale assenza del Comune a cui abbiamo chiesto più volte un intervento per ripulire quest’area ma senza avere mai avuto alcuna risposta”. I responsabili della Cooperativa hanno così deciso di dire basta e di inscenare una protesta clamorosa, sbarrando al Comune l’ingresso all’interno della cooperativa, e non consentendo quindi più il deposito degli sfalci di potatura. L’ingresso della struttura è stato sbarrato con tronchi e ferro filato, a cui è stato anche attacco un eloquente striscione: “Ora e sempre resistenza”. “Il messaggio è chiaro – aggiunge Moretti – ed è quello che non permetteremo più che accadono questi scempi ambientali. Constatando il muro di gomma al palazzo municipale abbiamo deciso in questo modo di sbarrare l’ingresso e di non permettere più il deposito del materiale organico”. L’assessore all’Ambiente e Verde pubblico, Diego Campione, smentisce di avere mai avuto segnalazioni in tal senso: “A me personalmente – sostiene – mai nessuno della Cooperativa Noe mi ha contattato per segnalarmi alcunché. Non so a chi si siano rivolti all’interno del Comune. Al di là di tutto sono disponibilissimo al confronto in qualsiasi momento. Il problema verrà risolto il più presto possibili: la bonifica del terreno avverrà non appena sarà rimesso in funzione il biotrituratore che al momento è guasto”. Riguardo ai danni subiti per i furti al cancello l’assessore non nasconde la sua amarezza: “Si susseguono quotidianamente atti incivili di questo tipo – continua Campione – e non è più possibile andare avanti così. Manca proprio il senso civico. Furti e vandalismo si ripetono con una frequenza impressionante. Mi sto raccordando con il collega assessore alla Polizia municipale Gioacchino Albiolo per rafforzare i controlli sul territorio”.

while maintaining their petite packages
woolrich jacken Myer Big Is Beautiful show for plus size fashionistas

Thank you to all the fans for helping me win my first ESPY
burberry schal1B Employers Need To Know About H