Partinico: Consiglio comunale, opposizione in pezzi

0
436

PARTINICO. Cambia ancora scenario il consiglio comunale. Soprattutto a ribollire sono le forze di opposizione in continua evoluzione. Dopo le adesioni al gruppo misto di Francesco Di Trapani e Maria Grazia Motisi, da ieri sera un altro consigliere ha deciso di lasciare la casacca del civismo per aderire al Partito Democratico. Si tratta di Totò Rappa (nella foto), che lascia quindi il gruppo “LeAli” sancendo così lo scioglimento dello stesso organismo che guidava da capogruppo al fianco di Mauro Lo Baido, quest’ultimo quindi costretto per regolamento a transitare al Misto. Una cosa evidente risalta agli occhi e cioè la liquefazione del progetto politico che fu portato avanti dall’allora candidato sindaco Gianfranco Bonnì, giunto al ballottaggio che perse al cospetto dell’attuale primo cittadino in carica, Salvo Lo Biundo, pur facendo approdare dietro gli scranni ben 10 consiglieri. Rappa ha fatto una scelta di campo in un momento tutt’altro che felice per il Pd partinicese, dilaniato da una lotta interna tra sostenitori del sindaco e non. Tanto che in consiglio il gruppo dei Democratici è spaccato in due, con il capogruppo Aldo Lo Iacono a sostenere Lo Biundo e Michele Chimenti invece fermamente all’opposizione. Il neo consigliere piddino quindi si ritrova fra due fuochi anche se la sua scelta sembra essere chiara almeno ufficialmente.

Ora si apre un’altra grana all’interno anche del gruppo consiliare. Infatti ora sono ben due i consiglieri che si dichiarano all’opposizione e ciò potrebbe portare anche ad una posizione di imbarazzo del capogruppo.

“La mia posizione di capogruppo – replica Lo Iacono – non viene assolutamente minata. Io mi sento il rappresentante ufficiale dei Democratici, altri cosa siano (facendo riferimento a Chimenti, ndr) non lo so e non mi interessa”. Lo stesso Lo Iacono puntualizza anche un aspetto: “In consiglio Rappa – precisa – ha sostenuto che la sua azione politica sarà critica e costruttiva. Questo non vuol dire assolutamente che si schiera all’opposizione”. L’oramai ex collega di gruppo, Mauro Lo Baido, non nasconde la sua amarezza per la decisione di Rappa: “E’ chiaro che in politica – sostiene – ognuno prende le sue decisioni e ovviamente mi dispiace che si interrompa un percorso politico. Prendiamo atto che il progetto politico originario sta subendo un processo di disgregazione, forse per la mancanza di un coordinamento dopo le elezioni amministrative. Le idee e il programma, però, rimangono in vita”.

who idea was this
hollister hoodie Sexy Penthouse Shoes to Make a Stunning Fashion Statement

and her life begins to change
chanel sneakersWhere can I find non