Partinico, coltivazioni di droga: due arresti

Sempre più serrate le operazioni di contrasto allo spaccio e produzione di droghe da parte dei Carabinieri della Compagnia di Partinico. L’ultimo, in ordine di tempo, a finire in manette l’impiegato partinicese 44enne Fabio Battagliero, con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma dopo aver fatto irruzione nell’abitazione dell’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, durante la perquisizione nella soffitta hanno rinvenuto una serra artigianale attrezzata per la coltivazione di cannabis indica, oltre a tre sacchi in plastica contenenti circa 400 grammi di marijuanagià essiccata pronta per essere venduta al dettaglio e materiale vario atto al confezionamento delle singole dosi.Un arresto che segue, a distanza di poche ore, quello del 41enne Gioacchino Leto, sempre di Partinico, e con le stesse accuse. Nel terreno di proprietà dell’uomo in contrada Piano del Re, i militari dell’Arma hanno scoperto una piantagione costituita da ben 198 piante di cannabis con un’altezza media di circa 2 metri, accuratamente coltivate ed occultate tra la fitta vegetazione. In un magazzino attiguo all’appezzamento c’erano, inoltre 5 kg di marijuana già in fase di essiccazione. E non è tutto: l’intera proprietà veniva alimentata tramite un allaccio abusivo alla rete pubblica facendo registrare un consumo di energia nullo: da qui anche l’accusa di furto aggravato di energia elettrica. In entrambi i casi lo stupefacente ed il materiale sono finiti sotto sequestro ed inviati al laboratorio di analisi del Comando Provinciale di Palermo per gli accertamenti qualitativi e quantitativi.Leto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato condotto presso l’Ucciardone di Palermo.

ensuring you get apparel good buys
woolrich outlet Tips for Maintaining Leather Shoes Page 1 of 2

The brand keeps their tees simple and comfy
louis vuitton neverful6 People Who Made A Living Playing Retarded ‘Sports’