Partanna, cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Il Comune di Partanna ha conferito la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, deportata in giovanissima età nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau e sopravvissuta alla Shoah. “L’amministrazione comunale di Partanna, sempre contraria ad ogni forma di razzismo e disponibile a dare un segnale alla comunità – ha dichiarato il sindaco Catania – e ha ritenuto indispensabile raccogliersi attorno alla senatrice Segre e garantire alla stessa una “casa” in ogni sede istituzionale del territorio”. Sono migliaia i comuni in Italia, tra i quali anche quello di Alcamo, che hanno voluto lanciare segnali importanti in un delicato periodo in cui sia assiste, purtroppo, anche in Italia quasi quotidianamente, a scritte contro i famigliari di persone che hanno perso la vita nei campi di sterminio nazisti. Molti giovani coinvolti. Giovani che purtroppo non conoscono la storia di quanti milioni di lutti ha provocato in tutto il mondo la seconda guerra mondiale, scatenata da Adolf Hitler. Pagine buie anche in Italia con le leggi razziali e con il fascismo che seguì nella disfatta gli alleati tedeschi e giapponesi. La storia e la memoria sono le principali garanzie contro il ritorno di nazismo e fascismo e su questo fronte debbono lavorare le Istituzioni, dove purtroppo si trovano individui che cavalcano odio e negano anche i cambiamenti climatici, Costoro vanno subito emarginati e messi nelle condizioni di non provocare altri danni. Ben vengano dunque le iniziative dei Comuni che conferiscono cittadinanza onoraria a vittime di persecuzioni come Liliana Segre in modo da tenere sempre alta la guardia contro eventuali nuove dittature.