Parcheggio ad Alcamo Marina, lavori fermi. Totalmente errate le previsioni di Surdi

Un iter avviato più di dieci anni fa con progetto dell’architetto castellammarese Giuseppe Oliva, poi l’acquisto del terreno da parte del Comune per 106.000 quindi, lo scorso mese di giugno, l’avvio dei lavori per due parcheggi ad Alcamo Marina. 350.000 euro di opere per realizzare, in zona Ponte dei Ricchi-Catena, un piccolo parcheggio sotto la linea ferrata, con verde pubblico e l’installazione di docce, per 9 posti auto e uno più ampio, a monte, con 35 posti per autovetture e una quarantina per ciclomotori. Il tutto inserito in una elegante villetta e tanto verde attorno. I lavori, come recita la tabella apposta all’esterno del cantiere, si sarebbero dovuto concludere entro l’11 marzo prossimo. Siamo ancora nei tempi ma il sindaco Domenico Surdi aveva annunciato che subito dopo la stagione estiva i parcheggi sarebbero stati ultimati.

A prescindere dalle troppo ottimistiche previsioni del primo cittadino alcamese i lavori, da queste recenti immagini, sembrano abbastanza indietro. Inoltre per giorni nessuno si è visto all’opera in cantiere per l’immancabile necessità di effettuare una solita perizia di variante. Ovvio che a questo punto la speranza è che per la prossima estate Alcamo Marina abbia finalmente il suo parcheggio pubblico e che lungo la trafficatissima statale 187 non ci siano ancora mezzi all’opera per completare la realizzazione del marciapiede. Il primo tratto era stato completato la scorsa estate, quello che dal parcheggio in costruzione scorre a sud della statale per arrivare fino all’ex casello ferroviario. Un progetto di riqualificazione della viabilità per un importo di 380.000 euro.