Pantelleria: aggressioni, carabinieri a giudizio

Si è aperta questa mattina l’udienza del processo a carico di 7 carabinieri, tutti rinviati a giudizio per un presunto pestaggio avvenuto a Pantelleria nella notte tra il 10 e l’11 luglio. A denunciarli Vito Sammartano che ha raccontato il suo calvario dopo una serata passata in un locale con alcuni amici. Oggi l’uomo è stato ascoltato dai giudici ed ha riconfermato tutto, Ha ricostruito quelle drammatiche ore, a suo dire. E’ stato fermato a un posto di blocco dei carabinieri e portato in caserma per fare l’etilometro. Qui, secondo la sua testimonianza, venne picchiato e chiuso in una cella di sicurezza. Una testimonianza ripresa dal Corriere della Sera e pubblicata in esclusiva on line.

Al pronto soccorso la diagnosi è: “lesioni multiple da aggressione”. L’uomo ha quindi sporto denuncia. La sezione Pg della Guardia di Finanza della procura di Marsala, diretta dal procuratore Alberto Di Pisa, riscontra a Pantelleria altri otto casi di persone percosse, ingiuriate o persino denudate dai carabinieri. I sette carabinieri rinviati a giudizio sono stati accusati a vario titolo di omessa denuncia, lesioni e sequestro di persona.