Palatenda “100 Passi”, lavori ancora fermi. Già quattro mesi di ritardo nel completamento

0
412
Il "Palatenda" questa mattina

Saranno pure i “Cento Passi” dedicati alla memoria di Peppino Impastato, ma ad Alcamo sono passi di lumaca. Procede infatti a rilento la realizzazione del palatenda polifunzionale nello spiazzo laterale agli spogliatoi dello stadio Lelio Catella e intitolato alla vittima della mafia di Cinisi. Già due mesi fa non c’erano operai al lavoro. Dal Comune fecero sapere che la ditta Diemmea di Marsala, che si era aggiudicata l’appalto, stava attraversando un momento di difficoltà a causa di problemi di salute occorsi al titolare per un incidente.

Questa mattina pochi cambiamenti: nella zona del palatenda ntutto è rimasto tale e quale, l’illuminazione non è stata montata, il fondocampo non è stato allestito, di attrezzature ed arredi nemmeno l’ombra. Pochissimo è cambiato nel blocco spogliatoi. In due mesi sono stati definiti i muri esterni, che erano allo stato grezzo, così come quelli interni. Inoltre negli spogliatoi sono stati innalzati dei tramezzi e realizzati i vari ambienti. Un ponteggio esterno lì era e lì è rimasto. Anche questa mattina nessun operaio al lavoro e quindi cantiere ancora fermo.

La costruzione del palatenda I Cento Passi, realizzato con il PON Sicurezza di diversi anni fa e grazie alla giunta Scala che riuscì ad intercettare 300.000 euro di finanziamenti, è stata consegnata alla ditta appaltatrice  il 29 maggio scorso. L’opera si sarebbe dovuta completare entro 150 giorni, vale a dire 5 mesi. Allo stato attuale c’è già un ritardo di 110 giorni, quasi 4 mesi, e i lavori anche questa mattina erano fermi. Nella Sicilia occidentale, invece, sono già stati completati un paio di impianti gemelli realizzati con i fondi dello stesso PON Sicurezza.

Saltano quindi ancora una volta le previsione della giunta Surdi che, in materia di impiantistica sportiva, sta evidenziando alcune pecche. Il polifunzionale i Cento Passi sarebbe dovuto essere pronto a fine gennaio, qui si sarebbero trasferite le società che utilizzano il palatenda di via Verga che sta cadendo a pezzi e la stessa tensostruttura sarebbe stata finalmente ristrutturata anche con l’installazione di un nuovo tendone, il Paladangelo, acquisito dal Comune nel luglio del 2017, sarebbe rientrato in funzione. Niente di tutto ciò. L’impianto di contrada Timpi Rossi, all’interno dello stadio Catella, sarà completato probabilmente non prima di un paio di mesi. Un’altra stagione sportiva terminerà e le società alcamesi dovranno continuare a fare a sportellate per ottenere orari e impianti per allenamenti e partite.