Orestiadi di Gibellina. Baglio Di Stefano, dal 5 luglio torna il Festival internazionale

0
260

La 38^ edizione del Festival Internazionale delle Orestiadi, la seconda con la direzione artistica di Alfio Scuderi, sarà un viaggio attraverso la parola, gli autori, le storie, con particolare attenzione al teatro narrativo. Un evento inedito, quattro prime nazionali, due progetti under 35, due produzioni al Cretto di Burri, un testo culto del teatro italiano che torna a Gibellina dopo cinquant’anni dalla sua prima edizione. Una lettura originale del personaggio di Ulisse, un grande omaggio a Pina Bausch a dieci anni dalla sua scomparsa. Due spettacoli per celebrare i 50 anni del primo sbarco sulla luna e due storie siciliane per raccontare la travagliata lotta contro la mafia nella nostra isola. Tutte queste storie saranno raccontate nel corso di un mese dalle parole e dai gesti di tanti artisti: tra cui Luigi Lo Cascio, che ha vinto il premio Cielo d’Alcamo e da attori conosciuti come Rocco Papaleo, Salvo Arena, Roy Paci, Gigi Borruso, Silvia Ajelli, Rosario Tedesco e così via. Questa edizione s’inaugurerà con un lungo week end di racconti, scandito da tre artisti siciliani, che terranno a battesimo la 38° edizione delle Orestiadi: Luigi Lo Cascio, Roy Paci e Ninni Bruschetta. Si inizia il 5 luglio con “Storie dell’altro mondo, notte di racconti, miti, favole e allunaggi ”(produzione esclusiva per le Orestiadi 2019) con la partecipazione straordinaria di Gigi Lo Cascio e con Salvo Arena e Gaia Insenga, un percorso narrativo in più stazioni, a partire dal tramonto. A seguire tanti eventi culturali da non perdere. Gli spettacoli altissima qualità si concluderanno l’undici agosto al Cretto di Burri.