Ordinazione episcopale, le clarisse di Alcamo realizzano i paramenti di mons. Damiano

I preti, i diaconi e le suore della diocesi doneranno a don Alessandro Damiano, vicario generale della diocesi di Trapani, la mitra e la casula per il nuovo e prestigioso incarico, quello di arcivescovo coadiutore di Agrigento. Il sacerdote trapanese la indosserà il giorno dell’ordinazione episcopale fissato per sabato prossimo 5 settembre. La consegna del dono è avvenuta nel corso della veglia di preparazione all’ordinazione svoltasi  nel quartiere di San Giuliano, all’aperto, davanti alla chiesa di Cristo Re.

Nei paramenti c’è qualcosa anche di alcamese. Sono stati infatti disegnati e realizzati dalle clarisse del Monastero Sacro Cuore di Alcamo con la loro proverbiale laboriosità. Sono stati utilizzati dei filati in oro e seta e degli inserti di corallo. L’inserimento del corallo è legato soprattutto alla città di Trapani e quindi alla diocesi di origine di don Alessandro. La scelta di far realizzare i parati del nuovo arcivescovo alle clarisse è stata fatta per segnalare che le suore stanno accompagnando con la loro preghiera don Alessandro e per sostenere la loro opera nel nuovo monastero di Erice, un trasferimento non ancora completato.

La notizia della nomina di monsignor Damiano era stata diffusa il 30 aprile scorso dalla Sala Stampa della Santa Sede e dall’arcivescovo di Agrigento, il cardinale Francesco Montenegro. Don Alessandro, trapanese, 59 anni, è stato fino a circa un mese fa vicario generale della diocesi di Trapani, nominato nel 2014 quando subentrò all’alcamese Liborio Palmeri. Ordinato sacerdote nel 1987 dopo gli studi presso il seminario Romano Maggiore, è stato parroco moderatore della prima esperienza di Unità pastorale in Diocesi nei primi anni ’90 . Nel 1998 è stato nominato Cancelliere della Curia Vescovile e direttore dell’Ufficio catechistico. E’ stato anche parroco in diverse realtà territoriali tra cui la parrocchia di Cristo Re, nel popolare rione di San Giuliano, e poi anche a Santa Teresa del Gesù Bambino e Maria Ausiliatrice.

Adesso, sabato prossimo, dopo quasi nove anni da un’altra illustre nomina per la Chiesa trapanese, quella di Nino Raspanti (alcamese) a vescovo di Acireale ed attualmente anche vice-presidente della CEI, arriva un’altra ordinazione episcopale, quella di mons. Alessandro Damiano ad arcivescovo coadiutore sabato prossimo, alla cattedrale di Agrigento.