Opere da recuperare, progetti per teatro Marrone e Cretto di Burri

A Erice si riqualificherà il Teatro Tito Marrone, vandalizzato da diverse incursioni di balordi, con 4,5 milioni di euro di fondi previsti dalla Regione. Un milione e mezzo sarà invece destinato al Cretto di Burri di Gibellina. Sono questi due dei siti del trapanese inseriti tra i 38 i progetti che riguardano palazzi e opere che il Governo Musumeci ha deciso di riportare al loro antico splendore. Si va dal Reale Albergo delle Povere di Palermo alla realizzazione della mensa a Palazzo d’Orleans. Per realizzare gli interventi previsti dal piano della Regione occorrono 68milioni di euro ma al momento ce ne sono disponibili soltanto 50. Nell’attesa del via libera definitivo ai lavori si dovranno quindi reperire altri 18 milioni o in alternativa si spera anche sul ribasso d’asta delle gare d’appalto. I progetti, che riguardano per  700 mila euro anche museo interdisciplinare di  Sciacca, serviranno anche a ristrutturare tutte le sedi del Genio Civile, anche quelle di Trapani e Palermo. Fra i finanziamenti più grossi c’è comunque quello di 4 milioni e mezzo per recuperare il teatro Tito Marrone, che sorge all’interno del Polo Universitario, completamente vandalizzato e distrutto nel corso del tempo. Negli ultimi due anni i comuni di Erice Trapani hanno lavorato sinergicamente, assieme alla Regione (proprietaria dell’immobile), per eliminare questo scempio. Adesso finalmente la messa in sicurezza e il recupero del teatro hanno almeno trovato la strada giusta. I tempi, comunque, non saranno brevissimi.