Nuovo ospedale di Alcamo, RTP di Milano primeggia nella gara per progettazione e direzione

E’ stato il raggruppamento temporaneo di professionisti, composto dalla milanese Ati project e dalla compagnia tecnica internazionale Tchinit ad offrire la proposta più interessante, sia come ribassod’asta che come tempi di realizzazione, nell’appalto bandito dall’ASP di Trapani per per l’affidamento del servizio di progettazione, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza per la costruzione del nuovo presidio sanitario di Alcamo. In pratica il nuovo ospedale che dovrebbe sorgere in contrada San Gaetano.

Un incarico da 1.740.765 euro sul quale la RTP ha offerto un
ribasso del 40% oltre ad averne offerto anche un altro, temporale, del 20%. La commissione giudicatrice, presieduta da Maurizio Bruno, dovrà adesso lavorare sulle anomalie dell’offerta in relazione all’ammontare dei ribassi. Hanno partecipato alla gara d’appalto 18 studi di progettazione. Al secondo posto e senza rilievo di anomalie si è piazzato il raggruppamento
temporaneo di professionisti Mythos Coprogetti Idroenginering con sede ad Aosta.

Progettazione esecutiva e direzione dei lavori del nuovo
ospedale di Alcamo verranno poi aggiudicate in via provvisoria. Lo studio aggiudicatario avrà poi 90 giorni di tempo per il progetto di fattibilità tecnica ed economica, 120 per il progetto definitivo a partire dall’approvazione del precedente elaborato; altri 90 giorni per il progetto esecutivo che dovrebbe quindi essere pronto in 10 mesi dal momento del conferimento dell’incarico. Entro la fine del 2021 si potrebbe ipotizzare l’avvio della gara d’appalto per costruire il nuovo ospedale di Alcamo, un presidio di cui si parla da almeno 30 anni. Il polivalente di contrada San Gaetano, proprio di fronte lo svincolo autostradale di Alcamo Est, gode già di un finanziamento di 21 milioni di euro.