Nuove rotte di Ryanair da Trapani -Birgi

    Si è svolta ieri, alle ore 15.00 a Palazzo Riccio di Morana , alla presenza del presidente della Provincia di Trapani, On. Mimmo Turano e del responsabile Marketing di Ryanair, Melisa Corrigan, la Conferenza Stampa di presentazione dei nuovi voli da Birgi, con destinazione Lipsia e Budapest.

    Durante la conferenza sono stati presentati anche i dati  ufficiali del traffico passeggeri dell’aerostazione di Birgi. “ Continuiamo il percorso intrapreso con Ryanair – ha dichiarato il presidente Turano al termine della conferenza- con obiettivi sempre più ambiziosi. Birgi riamane un presidio fondamentale per lo sviluppo del territorio e la collaborazione con Ryanair  si è dimostrata , questa direzione, particolarmente utile”.

    Giungono così a 32 le destinazioni raggiungibili dallo scalo siculo, operative da aprile 2012, che porteranno il traffico di Ryanair a Trapani a 1,5 milioni di passeggeri, sostenendo 1.500 posti di lavoro presso l’aeroporto e nell’area di Trapani.

     

    Parlando ieri a Trapani, Melisa Corrigan di Ryanair ha commentato:

    “Sono lieta di annunciare che a partire da aprile prenderà il via la nuova rotta da Trapani per  Budapest, mentre dall’11 maggio 2012  verrà attivata la nuova rotta da Trapani per Lipsia, che avrà doppia frequenza settimanale e grazie alla quale prevediamo di trasportare circa 30.000 passeggeri nel primo anno di operatività. I voli per Lipsia sono già in vendita mentre quelli per Budapest saranno in vendita a partire da domani su Ryanair.com.

    Budapest viene spesso chiamata la “Parigi dell’Est” ed è considerata una della più belle capitali del mondo. La vita cittadina è vivace, divertente e cosmopolita, caratterizzata dal lento scorrere del Danubio che divide in due la città, separando la storica collina di Buda dalla commerciale e caotica Pest. Le due parti sono collegate tra loro da diversi ponti, noti per essere di per sè delle importanti attrattive architettoniche. Ma che dire delle celebri terme di Budapest? La città ne è piena, 70 milioni di litri di calde acque termali sgorgano fuori ogni giorno dalle 118 sorgenti naturali della città, molte delle quali sono all’aperto, in una piazza o in un angolo di un viale alberato.

    L’importanza di Lipsia come città libraia è testimoniata dalla presenza di case editrici ricche di tradizioni, eccezionali biblioteche, le esposizioni internazionali del libro d’arte, l’università di grafica e arte libraia. La fama straordinaria come città della musica è dovuta all’attività dell’orchestra della Gewandhaus, del coro della chiesa di S.Tommaso di cui fu direttore Johann Sebastian Bach (c’è anche un importante Centro di studi dedicato a questo grande musicista del barocco) e del conservatorio “Felix Mendelsohn Bartoldy”. Chi si interessa di storia non deve perdersi una visita del monumentale “Völkerschlachtdenkmal” che ricorda la Battaglia delle Nazioni (1813) contro Napoleone”.