Nullità dei matrimoni, Fragnelli moderatore del tribunale interdiocesano

Il Tribunale interdiocesano Trapani- Mazara del Vallo, che si occupa delle cause di nullità dei matrimoni, ha un nuovo moderatore per il prossimo quinquennio. Si tratta del capo della diocesi trapanese, il vescovo Pietro Maria Fragnelli. La decisione è stata assunta in accordo con monsignor Angelo Giurdanella, vescovo di Mazara del Vallo.  Sono stati inoltre nominati: don Orazio Placenti Vicario Giudiziale per il nuovo quinquennio e don Fabio Angileri come Vicario Giudiziale aggiunto; Antonio Ingoglia giudice per un anno. Promotore di Giustizia del Tribunale interdiocesano è stato invece nominato don Antonino Gucciardi; difensore del vincolo Maria Clara Alagna: I vescovi delle due diocesi della provincia trapanese hanno anche nominato per un anno i notai del Tribunale. Si tratta di don Pietro Pisciotta, Sebastiano Amoroso e Vincenzo Giacalone.

Il Tribunale interdiocesano è nato la scorsa estate nel rispetto di quanto disposto dal motu proprio “Mitis Iudex Dominus Iesus” di Papa Francesco, dove è indicato il «ripristino della vicinanza tra il giudice e i fedeli» come uno degli elementi cardine della riforma del diritto ecclesiastico. Da qui la cooperazione tra le due Diocesi e la nascita del Tribunale interdiocesano, ufficializzata con Decreto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica. La sede legale del Tribunale è stata stabilita a Mazara del Vallo in Piazza della Repubblica, nei locali messi a disposizione gratuitamente dal vescovado mazarese. Al fine di garantire il principio di prossimità tra le parti e il giudice inoltre è stata istituita una sede periferica a Trapani per l’espletamento della fase istruttoria del processo presso i locali della Curia vescovile messi a disposizione gratuitamente dal vescovo di Trapani. Ieri, con decreto del moderatore mons. Pietro Maria Fragnelli, la promulgazione dei regolamenti che sono pubblicati nei siti web delle due Diocesi.