“Nella fauci del destino” Successo del libro dell’alcamese Pipitone Bonventre

0
684

Nelle fauci del destino”. E’ il titolo del libro dell’alcamese Liborio Pipitone Bonventre, presentato nella biblioteca di  Salò nell’ambito della rassegna “Incontri con l’autore. Salò, comune in provincia di Brescia, è conosciuto poiché negli ultimi anni della seconda guerra mondiale fu sede di alcuni ministeri della Repubblica sociale italiana. Ma prima di entrare nel merito del libro pubblicato da Europa Edizione, vediamo chi è Liborio Pipitone Bonventre. E’ nato ad Alcamo, 49 anni fa. In provincia di Brescia ha conosciuto la futura moglie dalla quale ha avuto  tre figli.  Autodidatta ha acquisto un bagaglio colturale grazie alle tantissime letture di libri e poesie. E proprio nel 1997 pubblica una raccolta di poesie alla quali il quotidiano La Repubblica dedica una positiva recensione.  Nel tempo libero, pur dedicandosi alla campagna di proprietà, scrive altri racconti. Nel 2014 inizia e termina il romanzo “Nelle fauci del destino” “ispirato da eventi e circostanze che lo convincono fermamente dell’esistenza di forze che guidano l’umanità verso la meta finale, verso la verità. Liborio vive ad Alcamo e non si ferma mai poiché sta lavorando alla prossima opera letteraria, in una casa di campagna, e spera, per il prossimo futuro, di ritornare in Lombardia, “Nella fauci del Destino” un titolo che incuriosisce il lettore che appena si inizia a leggere chiuderà il libro dopo avere “divorato” anche l’ultima pagina. Destino? Cosa vuol dire? Siamo padroni della nostra vita o burattini nelle mani di qualcuno che ha già deciso tutto? E se le due cose non fossero esattamente in contrasto l’una con l’altra? È una  possibilità che va presa in considerazione quando si tratta di Edwin il protagonista del romanzo. “La sua vicenda ha dell’incredibile, ma è così saldamente agganciata alla realtà – è scritto in una recensione-.  che diventa difficile capirne il confine. Dove finisce per lasciare spazio all’immaginazione”? Una narrazione puntuale che suscita interesse  per i tanti episodi originali e diversi che appartengono forse a mondi culturalmente opposti ma che riflettono sentimenti e curiosità universali. E in questo forse sta anche il segreto del successo del romanzo di Liborio Pipitone Bonventre.