Nel trapanese curva sempre in discesa. Quasi pronto hub vaccinale

Continua a scendere il numero degli attualmente positivi in provincia di Trapani. Dal 10 febbraio ad oggi il totale continua ad andare verso cifre meno preoccupanti. Il bollettino di oggi registra 533 positivi sullo stesso territorio, quello provinciale, che a fine gennaio aveva sfiorato quota 3.000. Adesso il comune che ha più positivi è Castelvetrano con 98, due in più di Trapani che aveva quasi sempre detenuto il poco ambito primato. Il trapanese è un’isola felice all’interno di una regione, la Sicilia, che registra un indice RT tra i più bassi d’Italia ma che, al contempo, sta segnalando una lieve risalita complessiva dei contagi.

In provincia di Trapani non muta invece il trend e il totale continua a scendere. Ad Alcamo gli attualmente positivi sono 66 mentre a Castellammare del Golfo è rimasto soltanto un caso dopo che la cittadina del Golfo aveva superato, alcune settimane fa, quota 100. Buseto, Calatafimi e altri centri sono covid-free. Ha notevolmente rallentato anche il numero dei decessi, adesso 243, mentre i reparti covid degli ospedali si sono praticamente svuotati. 33 sono i ricoverati in quelli ordinari e appena tre in terapia intensiva. I guariti ammontano invece a poco meno di diecimila. La mortalità, per coloro che contraggono il virus, si conferma attorno al 2 per cento.

Intanto anche il mega-centro vaccinale dell’ASP di Trapani è in fase di completamento. Dopo quelli di Palermo e Catania, fra alcuni giorni sarà l’ora dell’inaugurazione anche per la struttura allestita, dalla protezione civile in sinergia con il direttore vaccinale dell’ASP, Gaspare Canzoneri, nei locali dell’ex centro polifunzionale per immigrati di contrada Cipponeri, in va Salemi. Decine di postazioni assolutamente autonome una dall’altra e percorsi di accesso e uscita ben separati e in sicurezza. Dopo il varo dell’hub vaccinale l’ASP sta anche mettendo a punto la nascita di nuovi centri in altri comuni della provincia da affiancare a quelli ospedalieri.