Narrativa e poesia. Premio “Cielo d’Alcamo”, designati i vincitori

0
695

Si svolgerà il prossimo 14 giugno alle 18, al centro congressi Marconi, la cerimonia di premiazione del premio letterario di narrativa e poesia “Cielo d’Alcamo-Rosa fresca aulentissima”, indetto dal Comune di Alcamo. Del premio letterario avevamo dato ampia anticipazione nel corso del telegiornale su alpauno dello scorso 14 aprile. Ora arriva l’ufficialità. I vincitori sono due figure di altissimo profilo culturale l’attore Luigi Lo Cascio ed il poeta Fabio Pusterla. Il premio riguardante la poesia è stato assegnato a Fabio Pusterla, poeta, traduttore, critico letterario, che insegna nel liceo Cantone di Lugano e all’università delle Svizzera italiana. Fabio Pusterla ha vinto prestigiosi premi: Premio Montale, Premio Schiller, Premio Dessi, Premio Prezzolini, Premio svizzero di letteratura e tanti altri riconoscimenti. Per la narrativa premio a Luigi Lo Cascio, artista e attore palermitano conosciuto per essere stato protagonista di film come “I cento passi”, “La meglio gioventù”, “Il capitale umano”. Ha vinto il premio per la sezione narrativa, per il libro ”Ogni ricordo un fiore” (Edito dalla Feltrinelli): ovvero una grandinata di incipit, storie che cominciano e si interrompono. 230 racconti e a legarli tra loro un viaggio in treno di Lo Cascio, in Intercity, tra Palermo e Roma. Il regolamento del Comune prevede, infatti, l’assegnazione del premio al miglior incipit di un’opera letteraria ed il riferimento va a “Rosa fresca aulentissima” ed al famoso inizio del Contrasto, componimento scritto intorno alla metà del XIII secolo e attribuito a Cielo d’Alcamo dall’umanista Angelo Colocci. Con questo premio la Città di Alcamo intende sottolineare l’importanza che il Contrasto e la scuola poetica siciliana, alla quale Cielo appartiene, ebbero nella formazione della lingua italiana. Di grande prestigio la giuria dei premi: lo scrittore e giornalista Rai: Davide Camarrone, il professor Salvatore Ferlita, assistant di letteratura italiana contemporanea dell’Università Enna Kore e lo scrittore Fabio Stassi che vive a Viterbo ed ha scritto le sue opere in treno quando va ogni mattina a Roma per lavorare nella Biblioteca di studi orientali della Sapienza. Viene spesso a Castellammare e con lo scrittore Enzo Di Pasquale hanno pubblicato un libro di successo, edito da Ernesto di Lorenzo, ” I ricordi hanno le gambe lunghe” epistolario narrativo. Presentano il premio Eleonora Lombardo, scrittrice e giornalista. Ernesto Di Lorenzo farmacista-editore. Durante la cerimonia recital di Luigi Lo Cascio e musiche di Giuseppe Milici. Concerto della giovane e brillante musicista alcamese, Lucia Cassarà e interventi degli attori Antonio Sanclimenti e Francesco Cammisa.