Musumeci incontra i direttori generali delle Asp siciliane

Si è svolto ieri pomeriggio, al Palaregione di Catania, un vertice con tutti i direttori generali della sanità siciliana. L’incontro, voluto dal presidente della regione Nello Musumeci, è stato richiesto per fare il punto sull’andamento dei contagi e sul potenziamento dei punti vaccinali nelle nove province dell’Isola.

Si è stabilito di creare una ventina di punti di somministrazione in tutta la regione, per raggiungere le cinquanta mila dosi, secondo il programma predisposto dal commissario generale Figliuolo. Le postazioni saranno allestite dalla Protezione civile regionale già dalla prossima settimana. Ad apertura dei lavori, Musumeci ha espresso l’auspicio che presto la magistratura possa fare piena luce sulle vicende contestate, all’ex assessore alla sanità, Ruggero Razza ed ai dipendenti coinvolti.

Quanto a Palermo, dove si è resa necessaria la dichiarazione della zona rossa, d’intesa con il sindaco della città, è partita dalla mezzanotte di ieri e durerà fino al 14 aprile compreso. Nel corso dell’incontro il governatore ha voluto una relazione dettagliata dei posti letto Covid nella provincia di Palermo, dove la pressione sui reparti potrebbe allentarsi già nelle prossime ore.

«Chiedo a tutti ha detto il presidente Musumeci – uno sforzo particolare in questo momento. La Sicilia è stata in quest’anno di pandemia all’altezza del compito. E questo lavoro enorme e faticoso non può essere vanificato. Sempre all’erta, dunque, accanto alla gente che ha ancora bisogno della nostra sanità, rivelatasi fra le migliori in Italia».