Erasmo Mulè si fa spazio alla Juve Stabia, squadra di vertice. E’ l’unico alcamese in serie C

Erasmo Mulè

La stoffa c’è e si vede. Se poi si aggiungono serietà, abnegazione, professionalità, sacrifici, capacità attendere e contemporaneamente mordere ma anche riflessione che stai percorrendo la strada che hai sempre sognato, ecco che prima o poi i risultati arrivano. E’ la storia di Erasmo Mulè, alcamese, difensore centrale, che all’età di 21 anni ha già inanellato 50 presenza in serie C, quasi sempre con prestazioni di tutto rispetto.

Il giovane calciatore è adesso uno dei perni della Juve Stabia, squadra due settimane fa vittoriosa anche a Palermo ed ora reduce da quattro vittorie consecutive che l’hanno proiettata al quinto posto della classifica. Come già accaduto con la Juventus Under 23, la società bianconera lo aveva acquistato dalla Sampdoria che a sua volta lo aveva prelevato dal Trapani, con la maglia delle ‘vespe’ Erasmo Mulè ha dovuto faticare non poco per trovare il suo spazio, anche a causa di un infortunio.

Ragazzo tanto corretto quanto determinato, il centrale alcamese mai si è fatto prendere dallo sconforto e anche a Castellammare di Stabia, come già avvenuto con la Juve di serie C, è poi entrato in squadra cominciando ad inanellare prestazioni sempre più convincenti. In maglia giallo-nera ha ritrovato l’esperto attaccante Marotta (ieri in rete nella vittoria esterna sulla Paganese) che Mulè, quando indossava non ancora ventenne la maglia di quel Trapani che venne promosso in serie B, aveva annullato nel derby isolano con il Catania.

L’aitante difensore di un metro e 90, allo stato attuale unico alcamese a giocare tra i professionisti di serie C, ha un procuratore di assoluto rispetto Giuseppe Accardi che continua a ricevere attestati di stima e interesse da parte di numerosi club nei confronti del suo assistito. Erasmo, però, poco si cura di ciò, lui pensa a dare sempre il massimo e a fare bene con la maglia della Juve Stabia, una delle società calcistiche più ambiziose del meridione d’Italia e che non nasconde la volontà di ritornare in serie B.