Mostra su Sebastiano Tusa, reperti e video ‘parlano’ trapanese

Verrà inaugurata domnani, alle 17.30, all’Arsenale della Marina Regia di Palermo, la grande mostra intitolata “Sebastiano Tusa, una vita per la cultura”, promossa e organizzata dalla Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana diretta da Valeria Li Vigni, moglie del compianto studioso ed ex assessore regionale, archeologo di fama internazionale prematuramente scomparso nel 2019 in un incidente aereo. L’esposizione, inaugurata alla presenza del Presidente della Regione, Nello Musumeci, e dell’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà, racconta la vita di Sebastiano Tusa, fondatore della Soprintendenza del Mare. “Nella ricchezza di immagini, testi, oggetti personali e reperti, questa mostra – afferma il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci – la mostra racchiude un piccolo mondo dello straordinario universo di cultura, passioni, umanità che Sebastiano Tusa rappresentava. Egli, dotato di visione lungimirante e insaziabile sete di conoscenza, ha vissuto mettendo al centro del suo prestigioso percorso professionale il recupero della memoria storica, pur essendo sempre proiettato in un futuro fatto di innovazione e sperimentazione”. “La mostra che si apre all’Arsenale è un omaggio alla memoria di un grande siciliano che appena qualche giorno fa abbiamo ricordato con l’inaugurazione del monumento a lui dedicato nel Pantheon di Palermo.

Una consacrazione – ha aggiunto l’assessore dei Beni culturali, Alberto Samonà – che è un tributo di stima, riconoscenza e affetto nei confronti di un uomo, la cui grandezza è stata quella di trasformare il grande amore per la Sicilia e per la sua millenaria storia in azioni concrete”. L’esposizione propone un percorso per immagini, testi, oggetti personali, reperti, documentari e installazioni multimediali e ripercorre la carriera di Sebastiano Tusa fin dalle sue prime esperienze facendo riscoprire l’uomo, le intuizioni, le passioni, l’archeologia, con i tanti scavi effettuati in provincia di Trapani, a Selinunte, a Partanna, a Mokarta, a Pantelleria. Dalla scoperta del Satiro Danzante di Mazara del Vallo alla Nave di Marausa, dal relitto di Cala Minnola a Levanzo, alla sensazionale scoperta dell’esatto luogo dove si svolse nel 241 a.C. la Battaglia delle Egadi. La mostra dedicata a Sebastiano Tusa sarà visitabile, gratuitamente, tutti giorni, da domani, dalle 9.00 alle 17.00.