Mondiali ‘Under 21’ di pesca sportiva, l’alcamese Vitello argento a squadre con l’Italia

Il surf-casting, disciplina che rientra tra quelle della pesca sportiva, ha ad Alcamo radici profonde. La prima società, tutt’ora attiva, l’associazione Mormora, venne fondata da Vincenzo Flauto da circa 30 anni. Sono due i pescatori alcamesi di questa società che fanno parte, in pianta stabile, della nazionale. Non soltanto Marcello Messina, argento agli ultimi campionati mondiali senior, ma anche Leonardo Vitello, una delle punte di diamante dell’Italia under 21 che ai ventesimi campionati mondiali, svoltisi il mese scorso a Peniscola, in Spagna, ha ottenuto un brillante secondo posto. Gli azzurri hanno mancato di parecchio l’oro, conseguito invece in maniera nettissima dalla squadra iberica, ma si sono lasciati alle spalle la Croazia.  L’alcamese Vitello e gli altri cinque azzurri hanno ottenuto 7.569 punti per un totale di 188 di pesci catturati in quattro impegnative manches da 4 ore ciascuna.

Leonardo Vitello, 20 anni, nel 2019, sempre con l’Italia under 21, aveva conquistato l’oro mondiale davanti alla Spagna e al Portogallo. L’anno prima, invece, era arrivato un altro alloro iridato per lo sport alcamese. Marcello Messina e Salvatore Drago a erano riusciti a vincere la medaglia d’oro al campionato mondiali a coppia di surf-casting svoltisi a Peniscola, la stessa cittadina spagnola in cui Vitello ha ottenuto l’argento mondiale a squadre under 21. Una tradizione che quindi va avanti ad Alcamo tant’è che l’associazione sportiva Mormora, oltre ad avere due atleti in nazionale, ha vinto anche il girone SUD del campionato Italiano per società di surfcasting.