‘Misteri’ di Trapani, gruppi addobbati ma restano in chiesa. Niente processione

Niente da fare. Per il secondo anno consecutivo, come era nelle aspettative, salta la processione dei Msteri, la più lunga d’Italia, che tiene gruppi scultorei e ceti sulle strade di Trapani per oltre 24 ore, dal venerdì santo fino all’indomani mattina. Niente rumori delle ciaccole, niente musica delle bande, niente pluri-secolari annacate. La suggestiva processione religiosa dei ‘Misteri’ ha una storia lunga più di 400 anni. Le origini sono spagnole e la tradizione trapanese ha infatti analogie importanti con le celebrazioni andaluse.

La processione, molto nota in tutto il mondo, è composta da 20 Gruppi Sacri. Prende il via alle 14 del Venerdì santo, per concludersi, oltre ventiquattro ore dopo. Il corteo, che parte dalla Chiesa delle Anime del Purgatorio, percorre le principali vie cittadine, rappresentando una ricostruzione della “Via Crucis”. Quest’anno i gruppi saranno allestiti e addobbati regolarmente ma, ovviamente, non verranno portati in strada in processione.