Minacce a Razza, assegnata scorta. Solidarietà totale, senza distinzione di colore politico

Una lettera con minacce di morte è pervenuta all’assessore regionale alla salute, Ruggero Razza, esponente di Diventerà Bellissima. Al politico è stata assegnata la scorta da parte del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Le pesanti minacce sarebbero forse scaturite dal “processo di distruzione” avviato nei confronti dell’ospedale di Noto, passaggio citato proprio nel documento intimidatorio. La missiva è stata inviata alla sede dell’assessorato regionale a Palermo, dove è stata presentata una denuncia ai carabinieri, il 14 aprile scorso, alcuni giorni dopo che l’auto di Razza aveva subito alcuni danneggiamenti.

La notizia è trapelata soltanto ieri ed a Ruggero Razza è stata assegnata la scorta. “Assessore ci auguriamo di vero cuore che non prenda alla leggera questo scritto – si legge nella lettera – altrimenti l’aspetta una bella bara, peccato perché lei è molto giovane. Ma vivere sta solo a lei…”. All’esponente del governo Musumeci sono arrivati messaggi di solidarietà da ogniddove, senza distinzione di colore politico e partiti. Il primo a parlare è stato proprio il presidente della Regione che ha detto: “La piena e convinta solidarietà mia e di tutto il governo regionale all’assessore Ruggero Razza per la ignobile minaccia subìta. Se qualcuno pensa, con questi metodi, di frenare l’azione di riordino e di bonifica portata avanti dall’assessore nel mondo sanitario siciliano ha sbagliato tempo e obiettivo”.

E’ stata poi la volta del presidente dell’ARS Gianfranco Micciché. “Esprimo a nome mio e dell’Assemblea regionale siciliana – ha detto – la più piena e incondizionata solidarietà all’assessore alla Salute, Ruggero Razza, e lo invito a proseguire la sua attività di risanamento della sanità siciliana”. Hanno poi espresso vicinanza e solidarietà a Razza, fra gli altri, il gruppo parlamentare del M5S all’Ars; il vice coordinatore regionale di Forza Italia, Riccardo Gallo; il gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia all’Ars; il presidente della commissione Antimafia Claudio Fava; il salemitano Baldo Gucciardi, parlamentare regionale del partito democratico; la commissione Salute dell’Ars, guidata da Margherita La Rocca Ruvolo, sindaco di Montevago; il sindacato Cisal Sicilia; l’eurodeputato Pietro Bartolo; il coordinamento regionale di Forza Italia Giovani Sicilia; i sindacati Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

Un’apposita nota è stata diramata anche dall’amministrazione comunale di Castellammare del Golfo in cui Diventerà Bellissima, partito di Razza, è parte integrante con gli assessori Vincenzo Abate e Giuseppe Cruciata.