Miioni di Euro per appalti ad Alcamo

Unidici milioni di Euro circa di appalti che partiranno ad Alcamo con il Comune entro gennaio. Questa mattina alla conferenza stampa nella sala consiliare, l’assessore all’economia Gianluca Abbinanti e quello allo sviluppo economico Massimo Melodia, insieme all’Ingegnere Enza Anna Parrino, funzionari del Comune dell’Ufficio tecnico e il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Scibilia, in una conferenza stampa hanno illustrato e reso noto modalità e attività dei lavori.

Erano presenti anche le ditte, oltre a funzionari dello IACP, rappresentanze sindacali e dei lavoratori anche per le tipologie dei lavori e per il protocollo d’intesa stipulato a suo tempo durante l’amministrazione Scala con le ditte e le associazioni di categoria e sindacali per utilizzare lavoratori locali. Respiro dunque per l’occupazione e l’economia della città, indotto compreso.

I lavori sono la realizzazione del rifugio sanitario per cani per 74 milioni di euro, la videosorveglianza per 276 milioni, la cittadella dei giovani per 3 milioni e 700 mila euro, le aree S.Anna e S. Ippolito da riqualificare per oltre 6 milioni, il restauro della Cuba delle Rose per 135 mila euro, il biomercato del contadino per 118 mila euro, la manutenzione della viabilità interrna ed etserna per 192 mila euro, quella della rete idrica e fognaria per 94 mila euro, il rifacimento dell’illuminazione pubblica per 113 mila euro, l’allestimento di un museo al Collegio dei gesuiti per 327 mila euro.

Due ditte vincenti di Alcamo, due di Partinico, due dell’agrigentino, due del palermitano e e del trapanese. Circa 11 milioni di euro con lavori che inizieranno entro gennaio.

Soddisfazione è stata espressa dal Comune, dall’amministrazione in continuità con l’amministrazione Scala e lo stesso Abbinanti a suo tempo assessore ai Lavori Pubblici. Soddisfazione anche da parte dei sindacati e delle associazioni di categoria. Ora si spera che ci sia respiro in città per il comparto edile dopo l’avvio dei Cantieri di lavoro in questi giorni finanziati dalla Regione.