Mazara: inefficiente il servizio di raccolta rifiuti.

0
351

Contestato da parte del Comune di Mazara del Vallo l’operato della società Ato Belice e  l’attuale sistema di raccolta dei rifiuti che, secondo l’amministrazione,  ha portato disagi per i cittadini oltre che una lesione di immagine della Città. Il Sindaco Cristaldi ha chiesto al Commissario dell’Ato Belice, Sonia Alfano, un cambiamento di rotta nell’attuale sistema di raccolta che rischia di vanificare tutto il lavoro svolto prima dell’arrivo dell’attuale gestione commissariale.

“Non è tollerabile – ha detto Cristaldi – che i rifiuti non si raccolgano nei giorni festivi. Proprio in quei gironi il servizio deve essere più efficiente. Non è accettabile – ha aggiunto il Sindaco di Mazara – che si raccolgano i rifiuti in pieno giorno dando anche l’immagine di una città che presenta numerose zone infestate da rifiuti di ogni genere. La nostra contestazione – ha detto Nicola Cristaldi – tende a ripristinare un corretto servizio di raccolta e non pagheremo per servizi non resi o per quelli resi in misura minore rispetto al contratto tra l’Ato Belice e il Comune di Mazara del Vallo. Se ci sono disagi a causa della chiusura della discarica di Campobello di Mazara, tale situazione non può ritorcersi nei confronti della popolazione mazarese. Se la discarica di Trapani, alla quale vanno per ora fatti confluire i rifiuti, è chiusa nei giorni festivi – ha concluso il Primo Cittadino –  bisogna individuare altro sistema di raccolta, più logico e più razionale”.

“La situazione sta diventando insostenibile – ha aggiunto il Vice Sindaco e Assessore con delega ai Lavori Pubblici Bonanno – . I rifiuti continuano ad accumularsi nelle strade e l’azione dell’Ato Belice non è in grado di far tornare alla normalità il servizio.–sarà il Comune, ha aggiunto Bonanno, con il piano d’intervento a potere programmare un servizio pienamente efficiente ed economico. Il piano che abbiamo approvato in Giunta, infatti, – prosegue Bonanno – porterà ad un risparmio diretto di circa 500 mila euro del costo del servizio ed a risparmi indiretti derivanti dall’incremento della raccolta differenziata, con previsione di due nuove isole ecologiche ed una raccolta suddivisa per zone. Per i cittadini, inoltre, sarà possibile smaltire arbusti e materiale che spesso è stato depositato in maniera incivile in discariche abusive.   Nel Piano d’Intervento – conclude Bonanno – abbiamo individuato quelle azioni che consentiranno un miglior servizio ed un minor costo”.

Sulla vicenda interviene anche l’Assessore comunale al Bilancio e Partecipate Vito Billardello. “Proprio nei giorni scorsi – ha dichiarato – abbiamo saldato all’Ato Belice ogni spettanza residua dell’anno 2014, dopo avere consentito per mesi, grazie ai nostri bonifici, di pagare le spettanze ai lavoratori insieme ad altri, pochi comuni. Tutta la nostra Amministrazione – ha concluso Billardello – auspica il passaggio in tempi brevi alla Srr e l’attuazione del piano d’intervento: il servizio non sarà più gestito direttamente dalla società ma sarà esternalizzato, tutelando i livelli occupazionali che per Mazara del Vallo sono congrui considerata l’estensione del territorio”.