Lotta al randagismo, il sindaco Domenico Surdi emana ordinanza

0
432

Lotta al randagismo da parte del comune di Alcamo, considerato gli innumerevoli ritrovamenti di cani sprovvisti di microchip nel nostro territorio, e vista la nuova legge regionale del 28 dicembre 2018  sulle “linee guida per il contrasto e la prevenzione nella Regione Siciliana del fenomeno del randagismo”, così il sindaco Domenico Surdi ha emanato un’ordinanza nei confronti di tutti i possessori di cani dal nome “Progettualità per il contrasto al fenomeno del randagismo”. Tutti coloro che sono in possesso di un cane dovranno provvedere, per chi non lo avesse già fatto, all’iscrizione del proprio animale domestico, presso l’anagrafe canina sita presso la Via PIA OPERA PASTORE, 63/A ad Alcamo. Sarà possibile usufruire anche del servizio gratuito presso la struttura comunale del rifugio sanitario in Contrada Tre Noci entro e non oltre il 31 dicembre 2019. Il fenomeno del randagismo ad Alcamo, come in tutta la regione Sicilia, è ancora un fatto molto grave che ha portato l’attenzione ad associazioni animaliste di livello nazionale. Occorre incentivare la sterilizzazione considerata la legge del 14 agosto 1991, n.281 impone a tutti i proprietari di cani di iscrivere il proprio animale all’anagrafe canina regionale, identificandolo attraverso un microchip sottocutaneo. Questa piccola operazione viene eseguita dal medico veterinario, in maniera molto rapida e senza anestesia in quanto totalmente indolore. Il fenomeno del randagismo, come è stato dichiarato più volte dalle associazioni animaliste, è un fattore culturale, e bisogna sensibilizzare e informare i cittadini riguardo le cucciolate indesiderate di cani padronali lasciati liberi di vagare senza essere sterilizzati né identificabili. La proliferazione di cani vaganti a seguito di abbandono, nascite incontrollate è causata dall’estrema superficialità e irresponsabilità civica con la quale i cani vengono gestiti, nella maggior parte di casi dopo essere stati acquistati. Ad Alcamo, da anni sono presenti associazioni animaliste che si battono affinché il randagismo possa cessare nel nostro territorio, ma non solo, oltre la cura e l’impegno nei confronti di cani abbandonati e dell’adozione degli stessi.