Lo IACP ferma i cantieri. Stop anche ai lavori all’ex palazzo Vutano

Lo IACP, l’istituto autonomo case popolari di Trapani, ha deciso la sospensione di tutti i lavori in corso, in accordo con le stesse imprese appaltatrici. Stop quindi ai cantieri riguardanti l’esecuzione delle opere del PO FESR Sicilia 2014-2020. Si fermano quindi alcuni lavori di ristrutturazione a Trapani,  la costruzione di 12 nuovi alloggi popolari a Mazara del Vallo e il risanamento di via Mistretta, con la realizzazione di numerosi alloggi nell’ex palazzo Vutano, ad Alcamo.

I cantieri riprenderanno regolarmente allorquando verrà ad esaurirsi l’efficacia del DPCM dell’11 marzo 2020. Nel periodo in cui i lavori erano in corso, al fine di prevenire qualsiasi forma di contagio, le direzioni avevano disposto a carico delle imprese esecutrici dei lavori, precise regole di comportamento, in forma precauzionale e urgente.

“Sin dai primi giorni dell’emergenza e quando ancora la nostra Regione era rimasta fuori dalla cosiddetta area rossa – ha detto il commissario straordinario dello IACP di Trapani, Fabrizio Pandolfo – abbiamo fatto attuare all’interno dei cantieri misure idonee alla protezione dei lavoratori, consapevoli dei pericoli nei quali era possibile incorrere. Per fortuna non si sono registrati casi di contagio. Adesso lo stop che è nato da un’immediata e buona intesa tra i direttori dei lavori e le imprese”. Ovviamente il periodo di interruzione delle opere non arrecherà danni ai termini imposti per la conclusione dei lavori. Si tratterà in pratica di un congelamento dei cantieri che poi ripartiranno non appena possibile.

Intanto gli uffici dell’istituto autonomo case popolari rimangono chiusi al pubblico mentre la direzione dell’ente garantirà gli interventi di manutenzione ordinaria ritenuti impellenti e urgenti, in particolare quelli necessari ad assicurare la sicurezza delle persone.