LEGGE DI STABILITÀ E MANCATA PROROGA PER I PRECARI DEI COMUNI IN DISSESTO

In Sicilia i Comuni in dissesto e in pre-dissesto non potranno prorogare i contratti ai precari per un altro anno. La commissione Bilancio del Senato, infatti, non ha dato l’ok alla norma contenuta nel maxiemendamento alla Legge di Stabilità, che con una deroga consentiva il rinnovo dei contratti a tempo determinato, che scadono il 31 dicembre prossimo.

“Si tratta di un atto estremamente grave contro la Sicilia che penalizza ancora una volta i Comuni dell’Isola dopo che – ha dichiarato Leoluca Orlando, Presidente di Anci Sicilia – qualche giorno fa abbiamo assistito al il definanziamento dei fondi del Piano di azione e coesione (Pac)”.

“La mancata approvazione della norma in questione, che è bene ricordare non avrebbe comportato alcun onere finanziario per lo Stato, condanna i Comuni a rinunciare a risorse umane divenute ormai indispensabili a una gestione efficiente dei servizi ai cittadini e costringe le famiglie di questi lavoratori a vivere un Natale senza prospettive ”.

“L’atteggiamento ondivago del legislatore nazionale – continua Orlando – non fa che alimentare una situazione di incertezza e in una fase delicata dal punto di vista sociale ed economico, come quella che stiamo vivendo e rischia di contribuire a innescare tensioni di ordine sociale”.