Lavoro nero: 19 verifiche e 3 attività sospese nel trapanese

0
204

Diciannove le aziende tra esercizi pubblici, panifici ed attività commerciali varie passate al setaccio negli ultimi giorni dal Nucleo Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Trapani, che hanno rilevato complessivamente la presenza di sette lavoratori privi di alcuna tutela assicurativa e previdenziale, ovvero completamente in nero. In tre delle ditte ispezionate i militari, avendo riscontrato una percentuale di lavoratori in nero pari o superiore al 20% della forza lavoro presente, hanno intimato la sospensione dell’attività imprenditoriale, come previsto dal testo unico 81/2008 a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, così modificato a dicembre 2013.

Si riconferma sempre attuale il fenomeno, forse ancora più acuito nel momento particolarmente grave di crisi economica, in cui pur di avere un impiego aumenta il numero di coloro che per far fronte alle incalzanti difficoltà accettano di lavorare senza alcuna tutela. I datori di lavoro che approfittano dello stato di necessità delle persone meno abbienti sono sempre esistiti, ma forse anche per loro il momento è ancora più critico per affrontare il pesante carico dei contributi da versare all’ INPS.

La presenza di lavoratori “in nero” è costata qualcosa come 35.700 euro di sanzioni amministrative contestate. A conclusione delle attività è stato anche deferito alla Procura della Repubblica di Trapani, un imprenditore per aver installato un impianto audiovisivo privo della prescritta autorizzazione, in violazione della Legge 300/1970 (Statuto dei Lavoratori).

I soggetti finiti nella rete dell’Ispettorato del Lavoro per ottenere la riapertura delle attività hanno dovuto ottemperare alle prescrizioni dei militari, regolarizzando i dipendenti in nero, versare parte delle sanzioni e dovranno, successivamente, versare i contributi previdenziali e assistenziali obbligatori non corrisposti.

“L’attività ispettiva – assicurano i carabinieri – continuerà anche nei prossimi giorni, e sono ovviamente in programma il cambio delle fasce orarie e la variazione degli obiettivi, al fine di garantire la massima equità in ogni settore produttivo, per contrastare il fenomeno in questione” con tutte le ripercussioni sul tessuto socio economico della Provincia ed anche nazionale che esso comporta.

laser like focus
burberry online shop Fashion highlights from last night

Choose Color that Complements most of your Outfit
burberry schalHurricane Would Present an Interesting Legal Question