La G.d. F. di Trapani stila il consuntivo 2011

    CONSUNTIVO OPERATIVO 2011 DEL COMANDO PROVINCIALE

    DELLA GUARDIA DI FINANZA DI TRAPANI

    Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trapani ha presentato il consuntivo 2011, riguardante i principali esiti dell’attività operativa eseguita durante l’anno appena trascorso.

    I dati resi noti sono di seguito sintetizzati per settore operativo.

     

     

    1. CONTRASTO ALL’EVASIONE FISCALE E CONTRIBUTIVA.

    a. VERIFICHE E CONTROLLI FISCALI

    Sono state eseguite 1128 verifiche e controlli fiscali, che hanno consentito di

    individuare:

    · ricavi sottratti all’imposizione per oltre 92 milioni di euro;

    · costi non riconosciuti (recuperati a tassazione) per oltre 18 milioni di euro;

    · violazioni all’imposta sul valore aggiunto per circa 32 milioni di euro;

    · 71 evasori, di cui 68 evasori totali (cioè soggetti completamente sconosciuti al fisco);

    · 98 violazioni costituenti reato nei confronti di 84 persone, denunciate per reati fiscali

    alla competente Autorità Giudiziaria di Trapani e Marsala;

    · 316 persone coinvolte in attività lavorative irregolari e/o in nero, individuate anche nel

    corso di interventi congiunti con l’Ispettorato Provinciale del Lavoro di Trapani.

    Nell’ambito di procedimenti penali per reati tributari, l’Autorità Giudiziaria ha inoltre

    emesso provvedimenti di sequestro preventivo, ai fini della confisca per equivalente, di

    beni per 2,5 milioni di euro, valore pari alle imposte evase.

    b. CONTROLLI STRUMENTALI.

    I controlli eseguiti in materia di ricevute e scontrini fiscali nei confronti di esercenti sono

    stati 5.168, con 1.702 irregolarità accertate (pari al 33%) per inosservanza degli obblighi

    di emissione.

    A fronte di tali attività sono state inoltrate all’Agenzia delle Entrate – Direzione

    Provinciale di Trapani n. 74 proposte di sospensione dell’autorizzazione

    all’esercizio dell’attività ed eseguite n. 54 chiusure di esercizi commerciali,

    conseguenti l’accertamento di reiterate mancate emissioni di documenti fiscali.

    A seguito di tali provvedimenti, gli esercizi commerciali hanno osservato

    complessivamente 168 giorni di chiusura.

    Guardia di Finanza

    COMANDO PROVINCIALE TRAPANI

    2. FRODI AL BILANCIO NAZIONALE E DEGLI ENTI LOCALI – CONTRASTO AGLI

    ILLECITI IN MATERIA DI SPESA PUBBLICA.

    L’attività dedicata alle frodi in danno del bilancio nazionale e/o locale ha consentito di:

    · individuare irregolarità per oltre 1,2 milioni di euro;

    · denunciare all’A.G. 244 persone;

    · sequestrare beni per oltre 9 milioni di euro.

    Nel settore dei controlli in materia di spesa pubblica, sono state denunciate all’A.G. 49

    persone, nonché accertati danni erariali per oltre 3 milioni di euro.

    3. SETTORI EXTRATRIBUTARI.

    a. CONTRASTO ALLA CONTRAFFAZIONE – TUTELA DEI CONSUMATORI –

    PIRATERIA AUDIOVISIVA ED INFORMATICA.

    · denunciate 55 persone, di cui n. 1 tratta in arresto;

    · sequestrati:

    – n. 1 azienda operante nel settore della produzione della pasta fresca;

    – n. 9 automezzi;

    – 1900 chilogrammi di prodotti alimentari, commercializzati in forma abusiva;

    – oltre 28.000 capi di abbigliamento e relativi accessori contraffatti;

    – oltre 13.500 cosmetici, accessori abbigliamento, occhiali e giocattoli non

    conformi o contraffatti, nonché minuteria ed oggettistica per euro 30.000 circa;

    – sequestrati circa 2.400 compact-disk, supporti magnetici e programmi

    software.

    b. ACCISE – PRODOTTI ENERGETICI – SPIRITI ED ALTRE IMPOSTE SUI CONSUMI.

    · verbalizzate 93 persone, di cui 8 denunciate a piede libero;

    · sequestrati oltre 13.000 chilogrammi di prodotti energetici (gas petroliferi

    liquefatti e oli minerali).

    c. MONOPOLI E TABACCHI.

    Nello specifico settore si è proceduto – anche in collaborazione con l’Agenzia delle

    Dogane di Trapani – a:

    · denunciare 40 persone, di cui n. 1 tratta in arresto;

    · sequestrare circa Kg. 180 di tabacchi lavorati esteri, nonché n. 4 automezzi.

    d. STUPEFACENTI.

    · denunciate 38 persone, di cui 16 tratte in arresto;

    · sequestrati oltre 5 chilogrammi tra hashish e marijuana, circa 500 piante e semi

    di canapa indiana, oltre 180 grammi di eroina e cocaina, nonché un automezzo;

    · segnalate alla Prefettura di Trapani n. 117 persone per consumo personale di

    sostanze stupefacenti.

    e. TUTELA AMBIENTALE E LEGGI DI P.S..

    · denunciate 12 persone, di cui 2 tratte in arresto;

    · sequestrate aree adibite a discarica abusiva per mq. 57.000 e n. 1 immobile;

    · denunciate 754 persone, di cui 18 tratte in arresto (per porto abusivo e detenzione

    di armi, ricettazione, truffa e associazione a delinquere);

    · gioco d’azzardo: denunciate 9 persone e sequestrati n. 24 apparecchi e/o

    congegni da divertimento ed intrattenimento (videogames, videopoker e carte

    magnetiche);

    · esercizio abusivo delle scommesse: denunciate 2 persone, sequestrati 2

    personal computers e 10 televisori.

    4. MERCATO DEI CAPITALI – CONTRASTO AL RICICLAGGIO E ALL’USURA.

    Nel settore del mercato dei capitali sono stati eseguiti complessivamente 143 interventi,

    che hanno consentito di individuare 150 violazioni, nonché di sequestrare quote

    societarie, beni mobili ed immobili per 150 mila euro circa.

    In particolare, nel settore del contrasto a:

    · riciclaggio, sono state denunciate 16 persone, di cui 1 tratta in arresto;

    · usura, sono state denunciate 5 persone.

    Nel corso delle attività di contrasto, sono stati sequestrati oltre 144 mila euro in contanti.

    5. CONTRASTO ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA.

    Particolarmente significativa l’attività svolta dai Reparti dipendenti nel contrasto alla

    criminalità organizzata.

    Nello specifico settore:

    – denunciate 6 persone – già condannate per associazione mafiosa – per non aver

    comunicato le variazioni patrimoniali;

    – sequestrati beni per oltre 39 milioni di euro – anche congiuntamente con la locale

    Polizia di Stato – nei confronti di soggetti indiziati di appartenere ad organizzazioni

    criminali.