Incendio in più zone di Scopello,14 villette evacuate. Impiego massiccio di vigili del fuoco

Quattordici villette evacuate e una cinquantina di persone in strada per buona parte della notte. Ancora una volta la mano criminale dei piromani, agevolata dal forte di vento di scirocco e dalla pulizia dei terreni non effettuata, ha creato trambusto in alcune zone d Scopello, in particolar modo a Mazzo di Sciacca, Sarmuci e Cala Alberelli.  Le operazioni di spegnimento e messa in sicurezza, andate avanti per almeno tre ore, sono partite alle 23 circa con l’arrivo sul posto di una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Alcamo. Immediata è stata la disposizione di evacuare le 14 villette perché seriamente minacciate dalle fiamme. Poi sono arrivati i rinforzi da Trapani, Mazara del Vallo e Partinico. Nel giro di un’ora imponente è diventato lo spiegamento di uomini e mezzi. 24 vigili del fuoco e 10 mezzi dotati di idranti. Sul posto anche la forestale e alcuni volontari della protezione civile.

La situazione più grave è apparsa subito quella di cala Mazzo di Sciacca con il fuoco davvero vicino ai residence. L’impegno del personale si è però dovuto indirizzare anche in altre zone. I punti di innesco, infatti, erano diversi e tre le zone andate a fuoco, tutte con abitazioni abbastanza vicine: Sarmuci e la zona fra la Tonnara di Scopello e la riserva degli Ulivi Saraceni. Per fortuna gli ulivi millenari sono stati salvati così come le palme nane e i cespugli di ampelodesma. Una battaglia contro il rogo andata avanti, in più punti di Scopello, fino alle due e mezza della notte quanto per fortuna lo scirocco è calato di intensità. I vigili del fuoco sono così riusciti a spegnere tutti i focolai, a mettere in sicurezza la zona e a bonificare le aree interessate dalle fiamme. I circa cinquanta villeggianti sono potuti così rientrare nelle loro villette dopo una nottata di grande apprensione.