Incendi, approvata all’Ars legge ferma piromani. Previsto anche il sequestro beni

Finalmente approvata all’Ars, la legge-voto, che prevede il sequestro dei beni per i piromani, una vera e propria svolta per la lotta contro chi provoca gli incendi. La legge, proposta dalla deputata regionale, l’alcamese Valentina Palmeri, era stata approvata in commissione Ambiente lo scorso febbraio. Pene dunque severe per chi appicca incedi che, come prevede l’articolo 1 della legge, vanno da pene pecuniarie al sequestro di beni a garanzia del pagamento.

Il disegno di legge, punta a incrementare e migliorare la sorveglianza di boschi e, in generale, dei siti minacciati dal rischio di reati ambientali mediante l’utilizzo di velivoli militari a pilotaggio remoto, tramite la sottoscrizione di appositi protocolli di intesa   tra   Stato   e   Regioni.   “Si tratta di una svolta nella lotta agli incendi che ogni anno devastano il nostro territorio – afferma Valentina Palmeri – In questi anni le fiamme non hanno risparmiato nessuna zona, neanche le aree protette. Ecco perché inasprire le pene, colpendo i piromani anche sul piano patrimoniale, darà un impulso ulteriore per fermare questo scempio. In più si apre la strada all’uso di tecnologie militari per un maggior controllo del territorio siciliano. – continua l’alcamese Palmeri-Spero che il Parlamento nazionale possa dare il via libera alla legge nei tempi più brevi possibili”. I dati sugli incendi in Sicilia sono allarmanti. L’anno scorso è stato l’anno record di incendi boschivi in Italia: la Sicilia prima con oltre 8.000 operazioni di soccorso dalla metà del 2020 in poi”.

Adesso,  con l’approvazione della legge dell’assemblea regionale siciliana, si spera che il governo nazionale, che dovrà seguire l’iter legislativo del Parlamento, possa approvarla definitivamente.