Ignazio Coraci, manager alcamese, pronto a sbarcare con i ‘cargo’ nello scalo palermitano

Un  hangar di mille metri quadrati all’interno dell’aeroporto Falcone e Borsellino per incrementare l’export di merci in un periodo in cui tale traffico è aumentato del 50 per cento a causa del covid 19. Infatti la maggior parte dei trasporti, per motivi di sicurezza, oggi avviene via aerea. Ed un ruolo importante su questa iniziativa, allo stato attuale ancora a livello di progetto, potrebbe avere l’imprenditore alcamese Ignazio Coraci, in questi giorni in Sicilia per vari motivi.

Ignazio Coraci è l’amministratore delegato della compagnia aerea Asc Cargo, che ha voli in varie parti del mondo. L’imprenditore alcamese, che vie a Londra, ha incontrato rappresentati della Gesap, la società che gestisce lo scalo ed ha intenzione di utilizzare parte della vecchia aerostazione per incrementare l’arrivo delle merci ma anche di esportare prodotti della Sicilia, come ha sottolineato, nell’incontro, lo stesso Coraci.