Hub vaccinale di Alcamo con grandi numeri. Mezzo flop AstraZeneca serale

L’iniziativa serale ‘Open Astrazaneca” negli hub siciliani non ha avuto grandi riscontri. Al PalaDangelo di Alcamo, per esempio, soltanto 37 dosi in due serate. Il centro vaccinale diretto da Angelo Palmeri ha comunque ripreso a funzionare a pieno regime negli ultimi giorni con l’apertura agli over 16 e con l’arrivo di ingenti dosi di vaccini. Le somministrazioni si stanno aggirando a cifre comprese fra 800 e mille inoculazioni al giorno.

In 20 giorni del mese di maggio, a partire dal 12, giornata dell’inaugurazione con numero ridotto di postazioni, l’hub distrettuale di Alcamo ha somministrato 9.308 dosi, una media di 465 ogni 24 ore. La stragrande maggioranza, circa il 70% per un totale di 6.480 iniezioni, ha fatto il Pfizer. Sono stati invece 1.660 i cittadini a fare l’AstraZeneca e 714 il Moderna. Si tratta di tre sieri che necessitano delle seconde dosi, più ravvicinate per Pfizer e Moderna; più dilazionate per AstraZeneca.

A fine maggio ad Alcamo sono anche arrivate le dosi del Janssen, il vaccino monodose della Johnson & Johnson, che sono state somministrate a 454 pazienti. Le postazioni del PalaDangelo di Alcamo lavorano quindi a pieno regime ma ovviamente i numeri sono indissolubilmente legati dagli approvvigionamenti di vaccini effettuati dall’ASP di Trapani che, a sua volta, riceve gli stock assegnati dall’assessorato regionale alla salute.

I rifornimenti arrivano nella sede di Erice Casa Santa e poi i sieri, con mezzi adeguati e personale specializzati, vengono distribuiti nei centri vaccinali di Alcamo, Marsala, Partanna e Buseto Palizzolo ma anche negli ambulatori dei medici di famiglia che hanno accettato di effettuare le vaccinazioni ai propri pazienti.