“Habemus parcum”. Ad Alcamo, dopo 5 mesi, riapre finalmente il “sub-urbano”

0
474

Dopo l’quasi 5 mesi di chiusura, potrà finalmente riaprire i battenti il parco sub-urbano di Alcamo. Il più grande polmone verde della cittadina, sede di particolari e pregiate essenze arboree, di ricca fauna, sarà quindi pronto ad accogliere i visitatori. Potrebbe invece ugualmente slittare la terza edizione del “Crazy Holi Colors – Park Festival” a causa delle previsioni meteo che non sono proprio clementi per il prossimo fine settimana. A causa della lunga chiusura del parco che sorge al di sotto dei bastioni di piazza Bagolino, l’associazione ‘Laurus e Ambiente’, che da anni ha ottenuto dal comune la gestione del sito, ha dovuto annullare moltissime manifestazioni, anche tutte quelle già programmate con le scuole di ogni ordine e grado. Cancelli sbarrati, quindi, per un copioso sversamento di liquami fognari che hanno ammalorato sia i terreni che l’aria, rendendo quest’ultima irrespirabile.

Il comune di Alcamo, dopo quattro mesi di chiusura, ha finalmente tentato di sistemare il problema ma la pompa acquistata ed installata non è bastata ad aspirare il liquido fognario. E’ stato quindi necessario rifare l’intervento montando una pompa più potente. Il problema è stato quindi risolto ma potrebbe comunque ripresentarsi qualora la falla alla rete fognaria che ne è causa, dovrebbe diventare ancora più vasta, soprattutto con l’arrivo della stagione piovosa. Per annullare definitivamente il problema necessitano però opere di non poco conto e particolarmente costose. Bisognerà dapprima individuare dove sorge la perdita in un tratto di fognatura particolarmente profondo e che accoglie i liquami provenienti da buona parte della cittadina. Intanto è stata riavviata questa nuova soluzione-tampone e domenica il parco sub-urbano riaprirà finalmente i cancelli. Intanto la “Laurus” sta valutando alcune richieste da avanzare al comune di Alcamo in vista del rinnovo della concessione che scade il prossimo mese di novembre.