‘Gruppo di Lavoro’ per nuovo ospedale di Alcamo. Dovrà controllare su scadenze e adempimenti

Un ‘Gruppo di Lavoro’ che faccia da controllore nel completamento, nel migliore dei modi, di tutti gli adempienti propedeutici alla costruzione della grande opera e che possa anche fare da pungolo e stimolo affinché si accelerino i tempi per giungere all’appalto e all’inizio del lavori. Il coordinamento, varato dall’assessore regionale alla salute Ruggero Razza, dovrà quindi occuparsi della realizzazione del nuovo ospedale di Alcamo, in contrada San Gaetano. Sarà composto dai membri nominati dalle amministrazioni comunali che fanno parte del distretto sanitario, Alcamo-Castellammare del Golfo e Calatafimi, dall’ ASP di Trapani e dall’assessorato regionale della salute.

Sono stati quindi chiamati a far parte del gruppo di lavoro il capo staff del sindaco di Alcamo, Elena Ciacio, l’assessore della giunta Rizzo, l’alcamese Vincenzo Abate, il sindaco di Calatafimi, Antonino Accardo, l’ingegnere Francesco Costa del settore gestione tecnica dell’ASP di Trapani e Gaspare Noto, alcamese, dell’ufficio di gabinetto dell’assessore Razza. La nascita del nuovo organismo è stata disposta dalla Regione alla luce della riprogrammazione e dell’aggiornamento dell’elenco degli interventi ritenuti strategici in Sicilia, tra i quali appunto quello del “Nuovo Ospedale ” di Alcamo.

Il nuovo nosocomio, per il quale un paio di settimane fa si è svolta la gara per l’assegnazione di progettazione esecutiva e direzione dei lavori, gode di una deliberazione CIPE che ha autorizzato ed ammesso a finanziamento, nell’ambito del piano nazionale degli investimenti, un intervento per un importo complessivo di 21 milioni di euro. Alla luce della rilevanza di tale intervento, dopo tanti anni di attesa, considerato il delicato e difficile momento di “emergenza-urgenza sanitaria” che stiamo vivendo, l’assessore regionale della salute, Ruggero Razza, ha ritenuto utile l’istituzione del nuovo gruppo di lavoro. Il commissario dell’ASP trapanese, Paolo Zappalà, è stato già incaricato di procedere all’insediamento del nuovo organismo che dovrà vigilare sugli adempimenti necessari alla nascita del nuovo ospedale di Alcamo.