Giunta Surdi, programmazione ferma. Niente DUP, il documento è con 170 giorni di ritardo

Il Documento Unico di Programmazione, il DUP, strumento che è alla base della programmazione di tutti comuni, sarebbe dovuto essere stato approvato entro il 31 luglio scorso. Si tratta dell’importante e insostituibile pianificazione che riguarda un intero triennio. Ad Alcamo, però, il DUP è ancora in alto mare nonostante i 170 giorni di ritardo. Prima un ritardo di alcuni settori nella presentazione di documenti e informazioni, poi alcune modifiche effettuate nel settore lavori pubblici e quindi l’affievolirsi della spinta agli uffici comunali da parte della politica.

Adesso la macchina sarebbe ripartita ma il documento dovrebbe essere pronto non prima di metà febbraio, insomma con ben 7 mesi di ritardo sui termini previsti dalle leggi. E dire che il DUP rappresenta il principale strumento per la guida strategica e operativa dei Comuni e rappresenta il presupposto necessario e propedeutico per tutti gli altri strumenti di programmazione. Insomma, senza di esso, la giunta Surdi non può programmare praticamente nulla, soprattutto progetti ad ampia gittata. Il documento unico di programmazione è composto da una sezione strategica e una operativa. La prima ha orizzonti temporali pari al mandato amministrativo del sindaco Surdi, quindi fino a giugno 2021, mentre l’altra coincide con il periodo del bilancio di previsione.

Il clamoroso ritardo nella sua predisposizione da parte dell’amministrazione pentastellata alcamese comporterà intoppi anche nel varo del bilancio di previsione. Le leggi, infatti, indicano il DUP quale presupposto indispensabile per la corretta approvazione dello strumento finanziario poiché le previsioni di competenza e di cassa del bilancio vengono deliberate sulla base degli indirizzi strategici e operativi del documento unico.