Già 400 famiglie a Castellammare utilizzano il metano

    Sono già 400 le famiglie castellammaresi che utilizzano il gas metano. Nelle prossime settimane saranno allacciate alla rete altre 300 famiglie per un totale di circa 700. Proseguono a pieno ritmo i lavori di metanizzazione del paese avviati ad ottobre del 2011. La Gas Natural, aggiudicataria dell’appalto di concessione per il rifacimento e l’ampliamento degli impianti, realizzati a metà degli anni novanta e mai entrati in funzione, lavora velocemente e, a due mesi dall’avvio, il 22 dicembre 2011, il sindaco Marzio Bresciani ha acceso la prima fiammella alimentata a gas naturale.  «Il metano è diventato realtà a Castellammare, con un investimento di 10 milioni di euro totalmente a carico dell’impresa che gestirà l’impianto per 20 anni. Il Comune non ha spese. La nostra soddisfazione deriva dall’essere riusciti a migliorare la qualità di vita dei cittadini, puntando su questa fonte energetica sicura, economica e che rispetta l’ambiente -afferma il sindaco Marzio Bresciani- ma soprattutto dal fatto che, dopo circa vent’anni, abbiamo posto fine allo sperpero di denaro pubblico rappresentato da un impianto costato oltre 8 miliardi di vecchie lire e lasciato marcire sotto terra in ossequio a vecchie logiche di potere, che ci hanno lasciato in eredità anche due mutui trentennali che continuiamo a pagare per coprire i costi dell’IVA».   «Dall’accensione della prima fiammella – spiega il vicesindaco ed assessore ai lavori Pubblici, Carlo Navarra- in base ai dati forniti da Gas natural, ci sono attualmente 14,5 chilometri di rete adeguata, di cui 11,7 chilometri in servizio; una cabina di regolazione e misura, 2 gruppi di riduzione finale in servizio e 200 diramazioni stradali realizzate ed in servizio. Le sottoscrizioni di richieste di allacciamento alla rete al momento sono duemilacinquecento».