Furti a scuola, arrestato

L’Istituto Istituto Tecnico Industriale “Leonardo da Vinci” era diventato la sua meta preferita per mettere a segno furti di materiale e di denaro, che pensava di poter rubare con nessun rischio.

Ma i carabinieri, nel frattempo, stavano svolgendo una serie di accertamenti per verificare chi fosse stato, ripetutamente in almeno in tre episodi tra i mesi di ottobre e dicembre dello scorso anno, ad introdursi all’interno dei locali dell’istituto scolastico, portando via due televisori al plasma, per un valore complessivo di oltre mille euro, e discrete somme di denaro dai distributori automatici di bevande collocati nell’androne della scuola. Il Giudice per le Indagini Preliminari di Trapani, condividendo le risultanze investigative raccolte dai militari ha, così, emesso un ordine di carcerazione per il venticinquenne trapanese Pietro Genovese il giovane, il quale – nel frattempo – era riuscito a farsi arrestare ed associare presso un istituto di pena, la Casa Circondariale di Ferrara, per un altro reato di natura predatoria.

I Carabinieri della Stazione di Trapani hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del pluripregiudicato, per il quale i tempi di permanenza in carcere si prospettano adesso più lunghi del previsto, mentre le indagini proseguono per individuare eventuali complici.