Festival del Cinema, un alcamese nel miglior cortometraggio

Gran finale per la seconda edizione del Festival del Cinema Italiano, la manifestazione cinematografica cdi scena a San Vito Lo Capo con il regista Paolo Genovese come direttore artistico. La cerimonia di premiazione, sabato sera al PalaFestival Cine Teatro Comunale, condotta da Veronica Maya, andrà in onda su Rai2 il prossimo 13 luglio, in seconda serata.

L’evento si è aperto con la presentazione della giuria, composta da Serena Autieri, Paolo Conticini, Donatella Finocchiaro, Chiara Francini, Giusy Buscemi, Christian Marazziti, che ha poi assegnato le prestigiose “Stelle d’Argento al cinema italiano e, come miglior film, Cosa sarà di Francesco Bruni.

La Stella d’argento al miglior cortometraggio è stata consegnata dal presidente Fabrizio Del Noce al regista Di Marzo Capozzi per il suo film Tutte le Strade. La pellicola vede tra i protagonisti l’attore alcamese Carlo Palmeri, 27 anni, da diverso tempo trasferitosi a Roma. Il premio “Scaglie” è andato al corto Verdiana di Elena Beatrice e Daniele Lince. Assegnati anche i Premi Vittorio Gassman e Franca Valeri, rispettivamente agli attori Antonio Catania e Donatella Finocchiaro.

Il regista Alessandro D’Alatri ha, invece, ritirato il Premio Passione Cinema. La Giuria della sezione Ambiente ha quindi assegnato la “Stella d’Argento al miglior documentario” intitolato Alberi e diretto da Silvia Girardi e Gabriele Donati.