Festa notturna a Magazzinazzi, arrivano i carabinieri. Sanzionati 15 giovani fra 19 e 22 anni

Un’altra festa, in corso di svolgimento ad Alcamo Marina in piena notte, è stata sospesa dall’intervento dei carabinieri. Simili le modalità d’intervento ma luogo, contrada Magazzinazzi, ben distante dal primo. Ad allertare i militari dell’Arma è stata anche questa volta una chiamata alla centrale operativa di una persona che aveva notato, nell’abitazione privata, numerose autovetture e musica ad alto volume.

I carabinieri, al loro arrivo, nella notte fra domenica e lunedì, hanno accertato la presenza di quindici giovani, di età compresa tra i 19 e i 22 anni, intenti ad ascoltare musica, bere alcolici e giocare a carte. Il tutto senza mascherine e senza osservare alcun tipo di distanziamento sociale. Anche in questo caso, come già capitato 24 ore prima, i ragazzi hanno mostrato maturità e hanno accolto l’intervento dell’Arma senza eccessivi nervosismi.

I carabinieri, dopo aver identificato tutti i presenti, hanno proceduto a sanzionarli amministrativamente per la violazione delle norme anti Covid in vigore, (400 euro a testa), per un totale di 6000 euro. Nel primo intervento, in zona Calatubo e sempre ad Alcamo Marina, erano state invece sanzionate 13 persone per un totale di 5.200 euro. In questa maniera la compagnia dei carabinieri sta cercando di perseguire i comportamenti che vanno palesemente contro ogni tipo di misura di contenimento al Covid.

Già in prefettura a Trapani si sono disposti maggiori controlli per il ponte dell’Immacolata ed altri ancor più meticolosi saranno pianificati per tutto il periodo delle festività natalizie. A ridosso delle feste, ha assicurato il prefetto Tommaso Ricciardi, sarà convocato un comitato per l’ordine e la sicurezza. “I controlli vanno effettuati con maggiore rigore perché, se corrisponde al vero un’apertura – ha detto il prefetto – non bisogna approfittare di questa speciale elargizione”.