Festa dell’Immacolata ad Alcamo. Stasera vespri con il sindaco, domani solo messe

Domani festa dell’Immacolata. La tradizione vuole che proprio per
l’occasione, in tutte le case, vengano allestiti i presepi e addobbati gli alberi di natale. La pandemia ha però cambiato anche queste scadenze, non scritte ma quasi ferree. C’è tanta voglia di normalità e di serenità e tantissime sono le persone che per questo hanno già in casa sia l’albero che i presepi.

La solennità religiosa di domani è particolarmente sentita dagli alcamesi. Tantissimi partecipano al programma liturgico della novena dedicata a Maria Santissima Immacolata Concezione la cui cappella si trova all’interno della chiesa di San Francesco d’Assisi. Una celebrazione che apre il periodo dedicato alle festività natalizie. Programma ovviamente incentrato su celebrazioni eucaristiche e recita del Santo Rosario.

Niente processione, domani, per le strade cittadine e niente banda musicale che suona la pastorale “ninnaredda”. Per la celebrazione posti numerati e divieto di assembramento nella piazzetta antistante la chiesa. Stasera alle 19 celebrazione dei Primi Vespri dell’Immacolata presieduti da don Alberto Genovese, vicario generale della Diocesi di Trapani con la partecipazione delle autorità cittadine.

Domani, festa dell’Immacolata, sono cinque le celebrazioni eucaristiche nella chiesa di san Francesco, ad Alcamo, tra mattina e pomeriggio. Alle 10,30 celebrerà la messa il vescovo monsignor Pietro Maria Fragnelli. Celebrazione animata dalla corale parrocchiale. L’invito della Chiesa è quello di rivolgere preghiere all’Immacolata per superare questo drammatico periodo. Fin dalla novena il simulacro ligneo dell’Immacolata dalla nicchia della cappella è stato trasferito sull’altare maggiore addobbato a festa.