Ferrovia di Via Milo, arriva finalmente il parere della commissione VIA. Appalto entro fine 2021?

Dopo più di un anno la commissione VIA del ministero dell’ambiente ha emesso il parere necessario sui lavori di ripristino della tratta ferroviaria via Milo, Alcamo Diramazione – Trapani, escludendo l’assoggettabilità dell’opera a certificazione Via. Il ritardo aveva provocato un’iniziativa di protesta dell’assessore regionale alle infrastrutture Marco Falcone al quale aveva risposto il vice-ministro Cancelleri sostenendo che la stessa commissione, fino al mese di luglio, era quella nominata proprio dalla precedente legislatura.

Adesso è finalmente arrivato quel parere e l’assessore regionale Marco Falcone ha esternato soddisfazione sottolineando che nel siti-in di protesta da lui organizzato all’ex stazione di Segesta avevano preso parte dieci sindaci del Trapanese e due parlamentari regionali. “Adesso – ha detto Falcone – possiamo guardare al 2021 con rinnovata fiducia: l’anno prossimo dovrà essere quello dell’avvio dei lavori di ripristino e ammodernamento della tratta”. La via Milo è chiusa dal 2013 per alcune frane e smottamenti. Tutti i treni sono quindi costretti a percorrere la via Castelvetrano quella che da Palermo raggiunge Trapani passando anche da Mazara del Vallo e Marsala.  Un tragitto in cui si impegna più del tempo che ci vuole, con l’alta velocità, per il collegamento Milano – Roma.

“Con Rfi abbiamo lavorato per sbloccare i lavori da 144 milioni per ripristinare la via Milo e 72 milioni per l’elettrificazione – ha spiegato Falcone – ma l’opera era stata purtroppo rallentata dalle lungaggini della burocrazia. Ecco perché, il Governo Musumeci aveva portato il caso della Palermo-Trapani alla ribalta nazionale – ha continuato l’assessore – come emblematico delle difficoltà che si incontrano per realizzare le grandi opere che servono al Paese”. Il parere della commissione Via ha certamente sbloccato l’impasse ma adesso serve il decreto del ministro Sergio Costa. Soltanto allora Rete Ferroviaria Italiana potrà bandire l’appalto dell’opera, si spera già nel 2021.Il collegamento ferroviario da Alcamo a Trapani, Via Milo, potrebbe quindi essere ripristinato entro la fine del 2023.