Fermato un uomo per l’esplosivo delle stragi

    Una forte novità per scoprire la verità delle stragi siciliane e italiane del ’92 e 93.

    Cosimo D’Amato è arrestato dalla Procura di Firenze. L’uomo di Santa Flavia, vicino Palermo, è accusato di aver recuperato e fornito il tritolo alla mafia fin dalla primavera del 1992 e questo sarebbe compatibile con il fatto che quell’esplosivo possa essere stato utilizzato anche per la strage di Capaci, in cui morì il giudice Giovanni Falcone. È una delle ipotesi al vaglio degli investigatori che si occupano di quel periodo. Le contestazioni della procura di Firenze si riferiscono alle stragi di Firenze, Roma e Milano degli anni 1993-1994.