FDI sbarca ad Alcamo e nomina portavoce cittadino il giovane Alessandro Fundarò

0
469
da sinistra Fundarò e Ruvolo

Il partito Fratelli d’Italia sbarca anche ad Alcamo dove è stato designato portavoce il giovane avvocato Alessandro Fundarò.  La nomina ha trovato parecchi consensi della “destra” alcamese che ha fatto quadrato con Baldassare Lauria, già consigliere provinciale, Ubaldo Ruvolo, componente del coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia, Angelo Marrocco, già assessore provinciale, Cristina Pirrello, Giuseppe Coraci e Giuseppe D’angelo.

“Il partito Fratelli d’Italia, e dico volutamente partito – afferma il neo coordinatore Fundarò- si pone come un nuovo punto di riferimento per il centro-destra alcamese. Un’alternativa alla deludente amministrazione cinquestelle, la cui inefficienza è sotto gli occhi di tutti i cittadini ma nei confronti della quale faremo opposizione non denigratoria e fine a sé stessa. La città di Alcamo si presenta con parecchi problemi, anche di ordinaria amministrazione, che vanno dalle strade dissestate alla ormai aleatoria raccolta dei rifiuti. Inoltre, per quanto riguarda il DUP e il bilancio risultano mancanti di investimenti importanti e di ampio respiro. Riteniamo che la città di Alcamo – ha concluso Fundarò – non si possa fermare a dei soli interventi di ordinaria e straordinaria amministrazione”.

Parole di stima alla costituzione di Fratelli d’Italia ad Alcamo sono state espresse da vari esponenti politici alcamesi, tra i quali figura l’attuale consigliere comunale Francesco Dara, eletto nella lista “Noi per Alcamo”. Potrebbe essere proprio lui il primo rappresentante del parlamentino comunale a dichiarare la sua adesione al partito di Giorgia Meloni.