Europee, Salvini sfiora 240.000 voti. Corrao e Giarruso superano 115.000, otto gli eletti

0
444

La circoscrizione elegge otto parlamentari  porta ottiene otto elezioni al parlamento europeo. Due vanno a Movimento 5 stelle, Lega e Pd, uno a Forza Italia e Fratelli d’Italia. Gli eletti sono tutti siciliani. Il più votato in assoluto nelle isole è stato Matteo Salvini, leader della Lega, che ha raccolto qualcosa come 239.078 preferenze. Non andrà comunque a Bruxelles dove invece si recheranno Annalisa Tardino, 39 anni, avvocato di Licata, e Francesca Donato, anconetana residente a Palermo, volto televisivo della Lega nelle principali trasmissioni. Altri due hanno superato quota 100.000 e si tratta di esponenti, eletti, del Movimento 5 Stelle: l’ex iena catanese Dino Giarrusso mette assieme 116.794 voti mentre l’eurodeputato alcamese Ignazio Corrao viene riconfermato raggiungendo  115.377 preferenze grazie anche alle tantissime schede in cui è stato scelto dagli elettori in maniera secca. Al terzo posto fra i pentastellati Alessandra Todde, capolista, che si è fermata a poco più di 88 mila preferenze e che ad Alcamo ha avuto un buon risultato. Due seggi anche per il PD. Il primo va a Pietro Bartolo, il medico che a Lampedusa si è dedicato ai migranti con tanto impegno umanitario, che ha ottenuto 135.098 voti. Distanziata di 22.500 preferenze ritorna a Bruxelles il magistrato Caterina Chinnici, ex assessore regionale con Raffaele Lombardo e figlia del giudice Rocco, ucciso dalla mafia nel luglio del 1983. Un seggio nella circoscrizione insulare è andato anche a Forza Italia, lista in cui il più vitato è stato il leader Silvio Berlusconi che ha di poco superato quota 90.000 consensi. Il fondatore degli azzurri lascia il posto al deputato regionale Giuseppe Milazzo, 41 anni, che ha raccolto 74.727 voti (soltanto 100 in Sardegna) e che ha battuto di 1.500 preferenze l’ex ministro Saverio Romano che quindi resta fuori dalle grandi poltrone. L’ultimo isolano a sedersi al parlamento europeo sarà l’ex sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, candidatosi con Fratelli d’Italia dopo avere rotto con Diventerà Bellissima. L’ex senatore ha raccolto 30.299 voti. Meno della metà della capolista Giorgia Meloni che però farà spazio al politico etneo. La Sardegna resta quindi senza eurodeputati dopo la non ricandidatura del forzista Cicu. Il sistema elettorale che mette assieme le due isole maggiori, in realtà, da sempre penalizza la Sardegna che ha appena un terzo degli elettori della Sicilia.