EricèNatale 2015/16, le prime novità

Anche quest’anno Erice tornerà ad accendersi delle magiche atmosfere natalizie. Il borgo medievale si sta già preparando. Torna la manifestazione “EricèNatale 2015/16”, le iniziative in cartellone partiranno il 5 dicembre e si concluderanno il 6 gennaio, con un programma ricco di sorprese e novità tra cui il “Presepe più piccolo del Mondo”. Realizzato da un trapanese e con caratteristiche da “Guinness dei Primati” richiamerà certamente l’attenzione di tantissimi estimatori da ogni parte d’Italia. A fare quasi da contraltare a questa opera d’arte in miniatura ci sarà di nuovo il “Presepe Monumentale” del maestro Jaemy Callari, che tanto successo ebbe l’anno scorso: una riproduzione del presepe settecentesco siciliano, con oltre centotrenta personaggi realizzati a mano, in cera e terracotta, e settanta movimenti meccanici; una fedele rappresentazione degli antichi mestieri, dei cicli produttivi dell’agricoltura locale e della tipica pavimentazione ericina. E poi, ancora una volta, i tanti presepi che anche quest’anno sarà possibile ammirare all’interno di cortili, botteghe, chiese e abitazioni private lungo le stradine del paesino. Ritornerà, inoltre, uno degli eventi che ha contraddistinto le manifestazioni natalizie ad Erice a partire già dagli anni ’60: la “Zampogna d’oro”, rassegna internazionale di strumenti musicali popolari, una iniziativa che nel tempo è servita a salvaguardare e diffondere una tradizione che rischiava di scomparire. In piazza non mancheranno i “Mercatini di Natale” ancora più ricchi e numerosi. Le piccole e suggestive casette in legno esporranno prodotti enogastronomici e creazioni artigianali che riflettono le migliori tradizioni locali e la maestria delle aziende del territorio. E, tra un acquisto e l’altro, ci si potrà fermare per una piacevole sosta in uno dei punti di ristoro per scaldarsi con una tazza di cioccolata calda, un passito o un buon vin brulè. A fare da cornice a tutto questo: musica, teatro, concerti, eventi tradizionali e tanto altro per questo ricco programma che si concluderà il 6 gennaio con l’arrivo della Befana.